Distretti e imprese leader nel sistema moda della Toscana

Autori e curatori
Contributi
Marco Bellandi, Paola Bianchi, Ambrogio Brenna, Sandrine Labory, Mauro Lombardi, Elena Radicchi, Ilaria Serafini, Nicoletta Tessieri, Lorenzo Zanni
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 384,      1a edizione  2004   (Codice editore 774.52)

Distretti e imprese leader nel sistema moda della Toscana
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 35,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846458575

Presentazione del volume

Distretti industriali e grandi imprese sono stati considerati per lungo tempo due archetipi contrapposti per la lettura dello sviluppo locale. Queste due formule organizzative non sono tuttavia incompatibili ed affette da una strutturale incomunicabilità, ma, al contrario, le relazioni fra le imprese dei due modelli sono abbastanza diffuse. Se il legame fra grandi imprese e sistemi di Pmi è ampiamente documentato sono meno diffusi gli studi sugli effetti derivanti dalla localizzazione di imprese leader in tali sistemi; inoltre i pochi studi esistenti sottolineano che gli esiti della localizzazione non sono univoci ma dipendono dalle caratteristiche delle imprese leader, dei sistemi di Pmi e dal tipo di relazione che essi sviluppano fra loro.

Il sistema moda toscano è organizzato in sistemi di Pmi che, spesso ma non sempre, presentano caratteristiche distrettuali. All'interno di questo mondo produttivo si sono sviluppate o si sono localizzate numerose grandi griffe della moda internazionale.

L'obiettivo di questo lavoro è capire quale tipo di rapporto questi leader di settore abbiano instaurato con i sistemi di Pmi in cui si sono localizzati, quali mutamenti abbiano indotto, e come abbiano influenzato i processi di sviluppo locale. In quali casi ed in che misura le imprese leader svolgono la funzione di integratori cognitivi? Le nuove conoscenze introdotte possono "rompere" il processo di riproduzione delle conoscenze locali? I leader contribuiscono alla riproduzione dal basso delle capacità imprenditoriali del sistema oppure possono metterla in crisi? Se le Pmi perdono contatto col mercato sviluppano una eccessiva dipendenza dai leader? Lavorare per un leader mette al riparo dalla concorrenza dei paesi emergenti o aumenta il rischio del decentramento produttivo all'estero? Lo studio, basato su un'indagine approfondita delle due tipologie di attori, cerca di dare risposta a questi e ad altri interrogativi collegati, adottando un'ottica multi disciplinare, con approcci di tipo aziendale, di analisi delle reti, di studio dei processi di apprendimento-innovazione e di sviluppo locale.

Lorenzo Bacci , ricercatore presso l'IRPET, si interessa di economia regionale, di modelli di sviluppo locale, di evoluzione dei sistemi territoriali. Nell'ambito di queste tematiche generali si è occupato del sistema di contabilità economica locale dell'Irpet, ed ha sviluppato numerose analisi a livello d'impresa, settore e naturalmente territorio.

Indice

Ambrogio Brenna , Presentazione

Introduzione

Lorenzo Zanni, Sandrine Labory , Le formule imprenditoriali nel settore moda: caratteri strutturali e strategie competitive delle imprese protagoniste

(La varietà delle formule imprenditoriali nel settore moda: imprese leader e piccole imprese distrettuali; I diversi profili delle imprese leader: la grande impresa global player e la media impresa distrettuale; Le tipologie di piccole imprese in rapporto alle strategie delle imprese leader; Caratteri strutturali e strategie delle imprese indagate; Risorse, competenze critiche e strategie delle piccole imprese; Le strategie delle piccole imprese; Tipologie aziendali e performance di crescita; Caratteri strutturali e strategie delle imprese leader: cenno e rinvio; Prime considerazioni di sintesi sulle formule imprenditoriali nel settore moda: evoluzione o ritorno al passato; Riferimenti bibliografici)

Mauro Lombardi, Sandrine Labory , Morfologia delle reti e contenuto delle relazioni tra piccole imprese e leader

(Introduzione; Lo schema teorico di riferimento; Campo d'indagine e metodologia dell'analisi; Aspetti strutturali delle relazioni interaziendali delle PMI indagate; Struttura delle reti; Considerazioni conclusive; Riferimenti bibliografici)

Marco Bellandi , Apprendimento e innovazione in popolazioni di piccole imprese della moda con presenza di imprese leader

(Introduzione; Processi distrettuali di apprendimento; Processi distrettuali di innovazione; Apprendimento e innovazione in imprese artigiane e della moda; Alcune ipotesi interpretative sui processi di apprendimento e innovazione locali in presenza di imprese leader; Un'analisi di cluster; Cluster e modelli di apprendimento e innovazione fra piccole medie imprese; La relazione dei cluster con alcune variabili aziendali e di contesto; Qualche conclusione provvisoria; Riferimenti bibliografici)

Lorenzo Bacci, Paola Bianchi, Elena Radicchi, Ilaria Serafini, Lorenzo Zanni, Le imprese leader: una analisi di alcuni casi aziendali

(Introduzione; Il caso Lucci; Il caso The Bridge; Il caso Nonnini)

Nicoletta Tessieri , Forme di radicamento dei leader: un confronto fra formule imprenditoriali, reti e modelli di apprendimento delle grandi imprese in combinazione con quelle delle piccole, per settori e territori

(Introduzione; Le unità di analisi e la struttura metodologica; Una comparazione del grado di influenza del leader e di coinvolgimento dei fornitori; Le performance competitive ed innovative delle piccole imprese e le reti di fornitura dei leader; Le performances competitive innovative delle piccole imprese e le loro tipologie; L'effetto dei caratteri dei leader sulle performances competitive innovative delle piccole imprese; L'effetto dei caratteri specifici delle piccole imprese, dei settori, dei cluster di imprese/sistemi locali sulle forme di radicamento dei leader; I mutamenti dei nuclei di risorse e competenze locali come possibili effetti indotti dai leader; Formule imprenditoriali, reti modelli di learning delle imprese leader; Considerazioni conclusive; Riferimenti bibliografici)

Elena Radicchi , L'estensione all'universo di alcuni risultati dell'analisi

(L'universo di riferimento e i campioni analizzati; Il campione di riferimento: un campione qualitativo; Un tentativo di riporto all'universo: età, rapporto con il mercato e tesi di lavorazioni svolte; Da rapporti di subfornitura a tipologie di impresa)

Lorenzo Bacci , L'organizzazione della produzione fra imprese leader e sistemi produttivi locali nei territori analizzati

(Il territorio: un'ottica di analisi trasversale; Le traiettorie di sviluppo di pelletteria e calzature nei territori analizzati; Le imprese leader ruolo ed evoluzione nei territori analizzati; Le tipologie di piccole imprese in base al rapporto con i leader nei diversi territori; Modelli di apprendimento ed innovazione nei territori considerati; Uno o più sistemi connessi di imprese?; Sistemi connessi o configurazioni con maggiore capacità sistemica?; I mutamenti indotti dalla presenza dei leader; Qualche conclusione provvisoria; Riferimenti bibliografici)

Lorenzo Bacci, Marco Bellandi, Mauro Lombardi, Lorenzo Zanni , Considerazioni di Sintesi

(I nuovi scenari competitivi; Il rapporto fra imprese leader e sistemi di PMI: tre prospettive di analisi per una visione unitaria; L'incrocio fra strategie, reti e modelli di apprendimento; L'opzione strategica delle delocalizzazione: un'analisi delle variabili in gioco; Scenari futuri e implicazioni in termini di policy)

Appendici

Allegato

(Questionario sottoposto con intervista diretta alle imprese del campione).