Collettivismo e totalitarismo: F.A. von Hayek e Michael Polanyi (1930-1950)

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 288,      1a edizione  2004   (Codice editore 886.44)

Collettivismo e totalitarismo: F.A. von Hayek e Michael Polanyi (1930-1950)
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 32,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846461759

Presentazione del volume

Il volume ricostruisce il contributo offerto da uno dei maggiori economisti del Novecento e dal chimico, scienziato sociale e filosofo Michael Polanyi al dibattito sulla pianificazione che si sviluppa in Inghilterra a partire dal crollo del 1929. In una fase di crisi acuta del liberalismo tradizionale, i due autori assumono una posizione controcorrente: pur non invocando il ritorno al laissez faire , respingono, sia pure con gradazioni diverse, l'intervento dello Stato, in economia come nella scienza e nella cultura; anzi, teorizzano che la programmazione tout court è destinata a sfociare nel più inumano totalitarismo.

La ricerca, dopo un approfondimento della situazione britannica dell'epoca, si sofferma sulle vicende biografico-intellettuali che hanno indotto entrambi gli autori, all'inizio degli anni Trenta, a trasferirsi in Inghilterra, per poi dedicare ampio spazio alla loro analisi del rapporto fra le politiche collettiviste e i regimi totalitari, di cui Hayek e Polanyi ripercorrono la genesi intellettuale e individuano gli assunti epistemologici.

Monica Quirico ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Storia delle dottrine politiche, delle istituzioni politiche e filosofia politica presso l'Università "La Sapienza" di Roma. Svolge la sua attività presso il Dipartimento di Studi Politici dell'Università di Torino. Si occupa di storia e società svedese e di liberalismo; ha pubblicato saggi e recensioni sulle riviste "Teoria politica", "Il Politico", "La Nuova Antologia" e nella collana "Working Papers" del Dipartimento.

Indice


Introduzione
La crisi del liberalismo britannico
(Il disincanto del primo dopoguerra e la grande depressione; L'emergere di una nuova concezioni dello Stato; Il partito liberale tra l'ascesa di Keynes e una crisi irreversibile; Di fronte a fascismo e comunismo; La seconda guerra mondiale e la società britannica; Gli albori del Welfare State: le prime misure legislative e il rapporto Beveridge; Le elezioni del 1945; La politica economica dal 1945 al 1951: pianificazione e nazionalizzazioni; La costruzione del Welfare State; Il ritorno al potere dei conservatori nel 1951 e il bilancio dei governi labouristi)
Friedrich A. von Hayek: hybris collettivista e umiltà individualista
(Da Vienna a Londra; Il confronto con Keynes; Dall'economia alla filosofia; Il dibattito sul calcolo in un'economia socialista; Epistemologia ed economia; Individualismo e collettivismo / costruttivismo; Le fonti di ispirazione di Hayek; La superiorità delle formazioni spontanee; Il patrimonio della civiltà occidentale; Sovranità della legge e giustizia sociale: due valori inconciliabili; Democrazia e libertà)
Michael Polanyi: l'antitesi tra collettivismo e Repubblica della scienza
(Tra evoluzione ungherese e avvento del nazismo; Dalla chimica allo studio della società; Compiti e limiti dello Stato; La pianificazione del sapere; Ordine dinamico / spontaneo e ordine corporativo; La comunità scientifica; Repubblica della Scienza e società libera)
Totalitarismo e scientismo nell'analisi di Hayek
(Le origini intellettuali del totalitarismo: illuminismo e scientismo; Dallo scientismo alla storicismo; La convergenza degli opposti totalitarismi; Stato e società nel totalitarismo; La cecità delle democrazie davanti alla minaccia totalitaria)
Michael Polanyi: nichilismo e totalitarismo
(Le radici filosofiche del totalitarismo: da Hobbes e a Rousseau; Relativismo e nichilismo; Il marxismo; Affinità tra nazismo e stalinismo; L'analisi dell'economia sovietica; Totalitarismo e democrazia)
Conclusioni
Appendice biobibliografica
Bibliografia
Indice dei nomi.