Lusso versus design.

Italian design, beni culturali e luxury system: alto di gamma & cultura di progetto

Contributi
Franco Cologni
Collana
Livello
Saggi, scenari, interventi. Textbook, strumenti didattici. Testi per professional
Dati
pp. 216,   figg. 16,  2a ristampa 2007,    1a edizione  2005   (Codice editore 308.1)

Lusso versus design. Italian design, beni culturali e luxury system: alto di gamma & cultura di progetto
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,50
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846460271

Presentazione del volume

Il mondo delle merci di lusso è un campo estremo del design, come lo spazio, i ghiacci del polo, i fondali marini, l'Everest, dove all'uomo è concesso di sperimentare condizioni particolarissime e dove i fenomeni si rivelano con caratteri talmente enfatizzati o particolari da far apparire più chiare le regole che li governano; luoghi dove ci si esercita a diventare migliori, a non sbagliare, a comprendere cosa è centrale e cosa è marginale, dove puntare le energie, ecc..

Occuparsi del lusso e della trasformazione generale che stanno attraversando i settori economici e i comportamenti sociali luxury oriented significa definire metodologie di ricerca e processi di progettazione adeguati alla formazione dei progettisti, ma anche portare le imprese ed istituzioni a meglio comprendere l'evoluzione che il consumo dei beni suntuari ha subito negli ultimi anni.

Il lusso contemporaneo si è spostato dall'opulenza dell'esibizione materiale alla delicatezza dell'emozione immateriale, assumendo le forme del "bello e ben fatto" del made in Italy: è cultura, qualità, bellezza, bene culturale, distinzione, e trascende il valore economico tipico del lusso tradizionale. In tal senso l'innovatività del design rappresenta una delle strade che, secondo molti, risulta essere "italianamente" più propizia e praticabile: significa sviluppo della creatività e della sua messa in opera per realizzare il nuovo alto di gamma delle merci, nell'estremo tentativo di mantenere in Europa la fase nodale della creazione del valore e comunque continuare a governare i processi strategici dell'economia a più alto valore aggiunto. La sfida all'eccellenza si connota perciò come unica via di uscita per la riconversione economica e sociale del sistema produttivo italiano.

Flaviano Celaschi , professore straordinario di disegno industriale al Politecnico di Milano, si occupa di ricerca metaprogettuale e merceologia contemporanea presso il laboratorio MAST (merceologia e analisi territoriale e settoriale). È stato tra i fondatori e primo direttore di INDACO (Industrial Design, Arte e Comunicazione), primo dipartimento italiano di industrial design. Preside vicario nel periodo 2001-2003, attualmente è coordinatore del corso di laurea in Disegno industriale della Facoltà del design del Politecnico di Milano. È autore di numerose pubblicazioni, fra cui Il design della forma merce (2000).

Alba Cappellieri , architetto e dottore di ricerca in Storia e critica dell'architettura, è docente di Storia del gioiello presso la Facoltà di Disegno industriale della IIª Università di Napoli e di Laboratorio di metaprogetto alla Facoltà del Design del Politecnico di Milano. Si occupa di critica del design e della moda, temi per i quali collabora con le principali riviste di progetto. Fra le sue pubblicazioni: I trattati di architettura nell'Ottocento. Antologia critica (2004), con B. Gravagnuolo.

Alessandra Vasile , architetto libero professionista, compie il suo percorso formativo fra Italia, Stati Uniti e Olanda. È docente a contratto di Disegno industriale presso il Politecnico di Milano, dove, dal 1992, svolge attività didattica e di ricerca. Si occupa di ricerca metaprogettuale e merceologia contemporanea presso il laboratorio MAST. Insegna Storia del design e dell'architettura presso l'Istituto Europeo di Design di Milano, con cui collabora dal 1996. Fra le sue pubblicazioni si segnala: Offices in Italy (2003).

Indice


Franco Cologni , Prefazione
Flaviano Celaschi , Introduzione. Per un approccio strutturale al lusso che cambia
(Lusso e cultura politecnica; L'occasione; Il metodo; L'ipotesi; Ringraziamenti)
Flaviano Celaschi , Osare pensare il design del lusso
(Il lusso ai tempi della "peste"; Oltre la cultura sociale del prodotto; L'identità del made in Italy)
Flaviano Celaschi , Nuovi confini etici del lusso: l'eumerce
(Etica del bello e del ben fatto; Per una nuova tecnologia del valore)
Alba Cappellieri , Dalla focaccia di Platone alla cravatta di Marinella: storie, contesti e valori del lusso
(Lusso come costruttore di identità; Etimologie, contesti e passaggi; Verso il lusso universale)
Alessandra Vasile , Immaterialità, globalizzazione, esperienza
(Gli scenari del nuovo lusso; Il lusso immateriale; Influenze e cambiamenti nella realtà progettuale)
Marco Turinetto , All inclusive: trasversalità dell'Italian style
(Convergenze merceologiche del Made in Italy; Modelli applicativi di estetica e qualità della vita; Verso una segmentazione dell'altro di gamma)
A cura di Alba Cappellieri, Barbara Sergi, Marco Turinetto, Alessandra Vasile , Testimonianze
(Gianluca Brozzetti, Asprey&Garrard; Claudio Castiglioni, MV Agusta; Bona Borromeo, collezionista; Maurizio Marinella, Marinella; Riccardo Cazzaniga, Firmenich; Alessandro Covi e Jurgen Pluess, Miele; Giovanni Formenti, Brionvega; Marco Casoni, Marni; Lino Stoppani, Peck; Vincenzo Minore, Kérastase; Diego Valisi, L'Uomo Vogue; Barbara Adamoli, Bentley Italia; Francesco Trabucco, architetto e designer; Luca Scacchetti, architetto e designer; Sergio Asti, architetto e designer; Maria Giuseppina Muzzarelli, docente di Storia Medioevale; Giusi Ferré, critico di moda e di costume)
Barbara Sergi , Bibliografia.