Bologna 2004

Secondo Rapporto sulla città

Contributi
Vando Borghi, Federico Chicchi, Silvia Cozzi, Antonio Ghibellini, Giorgio Gosetti, Stefano Grandi, Sara Elisabetta Masi, Walther Orsi, Roberto Rizza
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 320,      1a edizione  2005   (Codice editore 1529.2.86)

Bologna 2004. Secondo Rapporto sulla città
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 25,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846473141

Presentazione del volume

Questo volume prosegue, a due anni di distanza, l'analisi già intrapresa con il pre-cedente "Bologna 2002. Primo Rapporto sulla città" allo scopo di conseguire un triplice obiettivo: delineare un panorama il più possibile significativo della condizione economica, sociale e umana complessiva del territorio della provincia bolognese; monitorare dif-ferenze e trasformazioni avvenute nel biennio; avanzare proposte ed indicazioni per le politiche territoriali, cittadine e provinciali, che emergono come più urgenti e rilevanti.
La Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, commissionando al Centro Internazionale di Documentazione e Studi Sociologici sui Problemi del Lavoro del Dipartimento di Sociologia di Bologna questa analisi-osservatorio-rapporto, ha voluto da un lato offrire anche all'area bolognese e a tutti i soggetti che vi operano uno strumento già predisposto in molte città, e dall'altro far uscire le analisi dalle logiche di breve respiro - ovvero troppo particolareggiate e specialistiche - per proporre un contributo qualificato, che spazia sui principali problemi del territorio preso in esame.
I temi affrontati si incentrano su quelli che sono stati reputati i "nodi" di partenza in un'ottica territoriale unitaria e complessiva, e cioè:
- il sistema socio-economico e demografico bolognese;
- la qualità della vita in provincia di Bologna;
- il mercato del lavoro e la diffusione delle nuove forme di lavoro 'atipico';
- la qualità e la sicurezza del lavoro;
- la new economy bolognese;
- gli orientamenti dei giovani bolognesi verso la società e il lavoro;
- l'organizzazione socio-sanitaria territoriale pubblica e non, con specifico riferimento, questa volta, al tema degli anziani.
Accanto agli approfondimenti della prima parte, il volume contiene un'ampia appendice che riporta una sintesi dei dati più rilevanti, sistematizzati ed organizzati in modo da essere utilizzabili e riconfrontati in futuro; questo Rapporto, infatti, vuole essere un "osservatorio", da aggiornare periodicamente con le integrazioni che il suo utilizzo rende-rà necessarie.

Michele La Rosa insegna "Sociologia del lavoro" e "Sociologia economica" presso la Facoltà di Scienze Politiche di Bologna, dirige la rivista "Sociologia del lavoro" ed il C.I.Do.S.Pe.L. del Dipartimento di Sociologia di Bologna. Fra le sue numerose e più re-centi pubblicazioni si ricordano Sociologia dei lavori, FrancoAngeli, 2003 e Il lavoro nella sociologia, Carroci, 2004.

Indice


Michele La Rosa, Alla ricerca di una progettualità problematica ma fondativa
Gli studi di caso
Stefano Grandi, Aspetti demografici, istruzione e qualità della vita nella provincia di Bologna
Roberto Rizza, Il sistema produttivo in provincia di Bologna
Vando Borghi, Costruire e comunicare: la qualità del lavoro in una indagine nel settore edile ed in quello delle telecomunicazioni a Bologna
Antonio Ghibellini, La sicurezza sul lavoro: l'analisi del settore edile in provincia di Bologna
Federico Chicchi, Il lavoro nella provincia di Bologna: luci ed ombre di uno scenario socio-economico in evoluzione
Sara Elisabetta Masi, Net Economy nella provincia di Bologna
Giorgio Gosetti, Giovani, società dei lavori e qualità della vita lavorativa
Silvia Cozzi, Il fenomeno migratorio: dati e tendenze per la provincia di Bologna
Walther Orsi, Il sistema socio-sanitario bolognese e i servizi per la qualità della vita della popolazione anziana
Appendice. I dati statistici e strutturali
Indice ragionato delle tavole
Popolazione e territorio
Il sistema economico-produttivo
Lavoro
New economy
Il fenomeno migratorio
Il sistema socio-sanitario
Cultura, tempo libero e qualità della vita.