La pedagogia di Maria Montessori tra teoria e azione

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 256,   figg. 10,  3a ristampa 2015,    1a edizione  2007   (Codice editore 1326.4.1)

La pedagogia di Maria Montessori tra teoria e azione
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 29,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846490254

In breve

Il libro affronta le questioni molteplici che l’opera di Maria Montessori è in grado ancora oggi di imporre ai pedagogisti, agli psicologi, agli insegnanti e agli educatori. Partendo dall’analisi dei requisiti psicologici e didattici alla base dell’approccio innovativo costruito dalla studiosa italiana, esso ne presenta i presupposti teorici, delinea gli aspetti metodologici che caratterizzano l’organizzazione dell’ambiente d’apprendimento, ne discute le possibilità applicative all’interno dei contesti attuali.

Utili Link

Un pediatra per amico Dentro una scuola Montessori (di Clara Tornar)… Vedi...

Presentazione del volume

Sono oggi circa 22.000 le scuole Montessori esistenti nel mondo, ed oltre 110 i paesi nei quali sono dislocate. A cento anni dalla istituzione della prima di esse, l’interesse verso il modello educativo della pedagogista italiana più nota nel mondo è più che mai vivo. Qual è il suo segreto? E quale contributo tale modello è in grado di offrire oggi all’accrescimento della qualità del processo formativo?
Le acquisizioni della ricerca psicopedagogica consentono oggi di cogliere con maggior consapevolezza gli aspetti di attualità dell’opera di Maria Montessori e di comprenderne gli elementi precursori rispetto ad istanze che soltanto in tempi successivi a quelli in cui la studiosa visse si sono affacciate nel dibattito pedagogico.
Il volume analizza in questa chiave il modello educativo della pedagogista: ne individua i presupposti teorici e i principi metodologici, ne discute le scelte operative, gli obiettivi e le procedure didattiche, ne presenta gli sviluppi nei diversi gradi scolastici, analizza i processi che si svolgono all’interno dell’ambiente d’apprendimento, discute i dati delle ricerche. Il suo intento è offrire una visione complessiva e complessa di tale modello, scevra di semplificazioni riduttive, in grado di coglierne lo spessore dei riferimenti teorici e metodologici senza perdere di vista la visione culturale e scientifica all’interno della quale esso si colloca.

Clara Tornar insegna Teorie e metodi di programmazione e valutazione delle attività formative all’Università degli Studi Roma Tre, dove dirige il Centro di Studi Montessoriani e il Master in Pedagogia e metodologia montessoriana. Tra le sue pubblicazioni sulla pedagogia di Maria Montessori figurano i volumi Attualità scientifica della pedagogia di Maria Montessori (Roma, 1990) e Montessori bibliografia internazionale 1896-2000 (Roma, 2000).

Il Centro di Studi Montessoriani (http://host.uniroma3.it/laboratori/cesmon) – struttura di ricerca costituita presso il Dipartimento di Progettazione educativa e didattica – svolge attività di tipo sperimentale volte allo studio delle applicazioni della pedagogia montessoriana ed attività di documentazione storica. Il Centro cura l’organizzazione scientifica di iniziative culturali e formative, tra le quali il Master in Pedagogia e metodologia montessoriana e il Master in Coordinatore educativo nei servizi per l’infanzia (www.mastercesmon.it).

Indice



Prefazione
Parte I. Storia di un percorso intellettuale
I primi impegni tra scienza, femminismo e infanzia “degenerata”
(Una lunga militanza scientifica; La giovane medichessa; L’impegno femminista; L’impatto con il problema dell’infanzia “degenerata”; L’ingresso sulla scena del dibattito pedagogico; Al servizio della causa; I primi esperimenti educativi; Due riferimenti importanti: Itard e Séguin; Le basi del metodo medico-pedagogico; Gli studi antropologici)
La Pedagogia scientifica e la trasformazione della scuola
(Un nuovo esperimento: la “Casa dei Bambini”; L’opera che la renderà famosa nel mondo; Il contributo alla pedagogia scientifica)
Le straordinarie vicende di un successo
(L’interesse internazionale per il metodo; Nuove opere, consensi e critiche; Estensione dell’orizzonte di ricerca; Ultimi significativi contributi; Il dibattito)
Parte II. Le premesse del metodo
Il modello educativo: presupposti teorici e scelte operative
(I fondamenti teorici; I principi e le scelte metodologiche)
Le basi psicologiche del metodo
(La forza vitale del bambino; Il modello di sviluppo; Modalità delle acquisizioni infantili; Normalizzazione e deviazione; Il “ritmo costruttivo della vita”: i quattro “piani” dello sviluppo; I quattro piani dell’educazione)
Parte III. Il metodo in azione
L’ambiente di apprendimento
(Le variabili; Dentro una Casa dei Bambini; Dentro una scuola elementare; Dentro una scuola secondaria; L’iniziazione al movimento e le attività di vita pratica)
I materiali
(Perché sono “scientifici”; Un’importante distinzione: materiali di apprendimento e sussidi didattici; Una gamma molto ampia; Funzioni psicologiche e didattiche; L’esplosione della scrittura e della lettura)
L’insegnante
(Un profilo professionale complesso; Primo passo: la costruzione dell’identità psicologica; La definizione dei tratti comportamentali; I “compiti attivi”; Gli strumenti del mestiere: osservazione e ascolto)
Le procedure
(La lezione: essenzialità e semplicità; La razionalizzazione e la facilitazione)
I processi
(Le risposte dell’ambiente di apprendimento; La “disciplina attiva”; La polarizzazione dell’attenzione e la concentrazione; La motivazione alla competenza; Autovalutazione ed eterovalutazione; Le competenze “trasversali”; Immaginazione, fantasia, creatività; Lavoro e gioco; La socializzazione e le competenze sociali; Volizione, ubbidienza e costruzione del carattere; La normalizzazione)
Parte IV. Gli sviluppi e le prospettive
Una pedagogia per l’intero arco della vita
(La “lunga infanzia umana”; Una educazione a partire dall’“evento nascita”; L’adolescente, un “neonato sociale”; La scuola per l’adolescente; L’adulto in formazione)
Una educazione “dilatatrice”
(L’educazione cosmica: una cornice filosofica e metodologica; La visione cosmica e il posto dell’uomo nel cosmo; Il curricolo di educazione cosmica; Obiettivi impliciti: pace e intercultura)
Montessori oggi
(L’attualità dell’approccio; La qualità dell’ambiente di apprendimento; La qualità dei processi cognitivi e affettivi)
La parola alla ricerca
(I principali interrogativi; Quadro delle ricerche; Problemi di carattere metodologico; Una priorità: la ricerca descrittiva)
Riferimenti bibliografici
Indice dei nomi.