Capitale sociale e partnership tra pubblico, privato e terzo settore.

Vol. I. Casi di buone pratiche nei servizi alla famiglia

Contributi
Donatella Bramanti, Elisabetta Carrà, Fabio Folgheraiter
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 256,   2a ristampa 2020,    1a edizione  2007, allegati: allegato on-line   (Codice editore 1534.2.23)

Capitale sociale e partnership tra pubblico, privato e terzo settore. Vol. I. Casi di buone pratiche nei servizi alla famiglia
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 27,00
Condizione: Ristampa in corso, consegna prevista il 30 novembre 2020
Disponibilità: Nulla



Codice ISBN: 9788846495464

In breve

Fronteggiare i bisogni relazionalmente complessi delle famiglie: chi può farlo e come? Il testo orienta la riflessione circa il significato delle “dotazioni relazionali” di cui dispone il nostro contesto societario, e propone una via che trova un’inusitata sintesi nei concetti di partnership, capitale sociale e buone pratiche.

Presentazione del volume

Chi è, oggi, in grado di fronteggiare i bisogni relazionalmente complessi delle famiglie e come avviene tale azione di interlocuzione e di ricerca delle soluzioni più adeguate?
La risposta a questo duplice quesito orienta la riflessione contenuta nel volume circa il significato delle "dotazioni relazionali" di cui dispone il nostro contesto societario.
L'itinerario teorico ed empirico che qui si propone trova una sua inusitata sintesi nei concetti di partnership, capitale sociale e buone pratiche. La loro analisi ha un'applicazione originale nella conduzione di alcuni studi di caso relativi a partnership sussidiarie, realizzate tra soggetti sociali differenti per natura e modalità operative, finalizzate alla realizzazione di pratiche efficaci e sintoniche con il codice familiare nella risposta a bisogni che generino o incrementino il capitale sociale di cui le famiglie stesse dispongono. L'approfondito apparato metodologico predisposto per l'indagine si articola in indicatori innovativi per quanto attiene l'individuazione di buone pratiche di progettualità, relazionalità ed intervento.
Il quadro riflessivo e interpretativo che ne emerge indica che i bisogni complessi richiedono soluzioni strutturali differenziate ma, contemporaneamente, connesse, nelle quali i rapporti agiti possano "fare" la differenza, sia sotto il profilo delle forme che la reciprocità può assumere, sia per quanto riguarda il livello di coinvolgimento dei diversi stakeholder, sia rispetto all'efficacia raggiunta dalle prestazioni e dai servizi realizzati.

Giovanna Rossi insegna Sociologia della famiglia e Sociologia delle politiche sociali presso l'Università Cattolica di Milano. È coordinatore della sezione di Politica sociale dell'Associazione Italiana di Sociologia e direttore della rivista "Politiche sociali e Servizi".
Lucia Boccacin insegna Sociologia del terzo settore presso l'Università Cattolica di Milano. È autrice di volumi e saggi inerenti il terzo settore e il volontariato, la famiglia, la politica sociale, i servizi alla persona. Sono autrici di: Le identità del volontariato Italiano. Orientamenti valoriali e stili di intervento a confronto, Vita e Pensiero, Milano, 2006; Il capitale sociale in un'organizzazione multilivello di terzo settore, FrancoAngeli, Milano, 2006.

Indice



Giovanna Rossi, Lucia Boccacin, Elisabetta Carrà, Il quadro di riferimento teorico e metodologico della ricerca
(Presentazione delle categorie-guida dell'analisi; L'articolazione del volume; L'apparato metodologico dell'indagine)
Donatella Bramanti, Lo "Sportello di ascolto e orientamento" per familiari di anziani malati di Alzheimer: punto di incontro per le famiglie e di promozione di eventi sul territorio
(Introduzione; L'oggetto di studio: "Le cose nascono da incontri felici con le persone"; Analisi della partnership; Analisi della "buona" pratica; La "buona pratica" nella voce dei testimoni)
Elisabetta Carrà, L'Affido professionale: tra partnership e rete
(L'oggetto di studio; La partnership; Analisi della "buona" pratica; La "buona pratica" nella voce dei testimoni)
Donatella Bramanti, L'Arcipelago Mazzini: costruire reti per promuovere coesione sociale
(Introduzione; Analisi della partnership; Analisi della "buona" pratica; Il punto di vista degli stakeholder)
Lucia Boccacin, Progettare e realizzare partnership sociali nei servizi alla famiglia: un'analisi comparata dei tre studi di caso
(Introduzione; Definire sociologicamente la partnership sociale; Le tipologie utili per lo studio delle partnership attivate nei casi analizzati; Le indicazioni emerse dallo studio dei casi: una lettura comparata; Osservazioni conclusive)
Giovanna Rossi, Capitale sociale relazionale nei servizi alla famiglia: un'analisi comparata dei tre studi di caso
(Il capitale sociale: alcune premesse teoriche; L'approccio relazionale al capitale sociale; Dalla definizione alla operazionalizzazione del concetto; Lo studio dei casi: una lettura comparata)
Donatella Bramanti, Buone pratiche relazionali per la famiglia e per la comunità: tre casi a confronto
(Introduzione; Per una definizione operativa; Analisi dei tre casi; Osservazioni conclusive)
Fabio Folgheraiter, Quale professionalità per la facilitazione delle reti?
(Introduzione; Livelli della facilitazione o del condizionamento relazionale estrinseco; La facilitazione delle reti: quali competenze?)
Lucia Boccacin, Osservazioni conclusive
Bibliografia di riferimento.