Amicizie

Le reti sociali dei giovani single

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 224,      1a edizione  2008   (Codice editore 1155.1.27)

Amicizie. Le reti sociali dei giovani single
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856804201

In breve

Le configurazioni delle reti amicali di alcuni giovani adulti milanesi attraverso i risultati di una ricerca empirica che combina le tecniche di rilevazione qualitative con quelle della Social Network Analysis. Ne emerge un quadro in cui i giovani investono risorse emotive, sviluppano senso di appartenenza e condotte etiche, sostituiscono in parte con gli amici i punti di riferimento affettivi della famiglia d’origine o d’elezione.

Utili Link

L'Espresso Com'è sexy l'amicizia (di Sabina Minardi)… Vedi...
Mente & Cervello Amiche mie, Amici miei (di Paola Emilia Cicerone)… Vedi...
Archivio di Studi Urbani e Regionali Recensione (di Francesco Gastaldi)… Vedi...

Presentazione del volume

Nella società contemporanea gli amici costituiscono sempre più spesso una risorsa preziosa di socialità, in un certo senso l'inizio di nuove forme di comunità contemporanee, antidoto ai rapporti sociali precari e flessibili. Archetipo della relazione elettiva, dispositivo etico per eccellenza, l'amicizia si configura così come forma reticolare di capitale sociale i cui vincoli e risorse si declinano nell'ambito privato e individualista della vita quotidiana. Ma l'amicizia è anche figlia della modernità e delle sue ambivalenze, e di essa, più che definizioni, è facile cogliere variazioni semantiche e sfumature.
Il volume esplora le configurazioni delle reti amicali di alcuni giovani adulti milanesi attraverso i risultati di una ricerca empirica che combina le tecniche di rilevazione qualitative con quelle proprie della Social Network Analysis. Ne emerge un quadro in cui i giovani, uomini e donne, investono risorse emotive, sviluppano senso di appartenenza e condotte etiche, sostituiscono in parte con gli amici i punti di riferimento affettivi della famiglia d'origine o di quella d'elezione. Tale investimento non è però privo di conseguenze per la società: da un lato è necessario confrontarsi con forme di appartenenza flessibili e mutevoli, dall'altro occorre fare i conti con norme e valori il cui raggio di influenza coincide con i confini simbolici delle reti amicali e si esaurisce nell'ambito privato delle relazioni personali.

Elisa Bellotti è dottore di ricerca in Sociologia e Metodologia della ricerca sociale. È assegnista di ricerca presso l'Università degli Studi di Torino e collabora con il Centro per lo studio della moda e della produzione culturale dell'Università Cattolica di Milano. Ha pubblicato, sul tema delle culture giovanili, What are friends for? Elective communities of single people, in "Social Networks" (2008).

Indice



Introduzione
(L'amicizia come fenomeno comunicativo; Identità interattive; La riflessività del legame elettivo; Esplorare l'amicizia: una ricerca sulle reti amicali; Piano dell'opera)
Le relazioni affettive come tracce di comunità
(Dal luogo alla rete; L'amore come libera scelta; Le comunità elettive; Una proposta metodologica: le reti egocentrate; Una categoria nascosta: i single; Un profilo degli intervistati)
L'amicizia: una forma privata di capitale sociale
(Operativizzare il capitale sociale; Amici con chi: omofilia ed eterofilia delle relazioni amicali; Gli ambiti dell'amicizia; I tipi di supporto; La reciprocità dei legami: questioni di genere; Le finalità dell'amicizia)
Le dinamiche delle relazioni amicali
(L'instabilità delle strutture sociali; Le implicazioni etiche della riflessività contemporanea; L'amicizia come dispositivo etico situato; Le dimensioni analitiche dell'amicizia)
Variazioni nelle reti amicali
(Le piccole cliques; Le compagnie; Le strutture a centro e periferia; Le reti contestuali; reti in evoluzione)
Conclusioni
Appendice. Dati anagrafici dei soggetti intervistati
Bibliografia di riferimento.