Fra le righe.

Carteggio fra Carlo Rosselli e Gaetano Salvemini

Autori e curatori
Livello
Saggi, scenari, interventi. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 336,      2a edizione  2010   (Codice editore 1510.10)

Fra le righe. Carteggio fra Carlo Rosselli e Gaetano Salvemini
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 28,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856800364
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 21,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856808216
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Il carteggio Rosselli-Salvemini si apre nel 1925, all’indomani del discorso mussoliniano che inaugurava la dittatura fascista, e si conclude nel 1937, poco prima dell’assassinio di Carlo e Nello Rosselli. Nell’arco di dodici anni il dialogo tra i due è ravvivato da riflessioni e giudizi, previsioni e speranze, polemiche e discussioni illuminanti per conoscere la storia di “Giustizia e Libertà”, per seguire le vicende dell’emigrazione antifascista e per cogliere aspetti e problemi della politica internazionale e della crisi della democrazia.

Utili Link

Belfagor Recensione (di Simon Levis Sullam)… Vedi...
Passato e Presente Recensione (di Paolo Soddu)… Vedi...
Europa Battaglie di giustizia e libertà (di Alessandro Roveri)… Vedi...
Corriere della Sera Antifascisti divisi sulla Spagna (di Arturo Colombo)… Vedi...

Presentazione del volume

Il carteggio tra Carlo Rosselli e Gaetano Salvemini si apre nel 1925, all'indomani del discorso mussoliniano che inaugurava la dittatura fascista, e si conclude nel marzo 1937, poco prima dell'assassinio di Carlo e Nello Rosselli a Bagnoles-de-l'Orne. Nell'arco di dodici anni il dialogo tra i due è ravvivato da riflessioni e giudizi, previsioni e speranze, polemiche e discussioni illuminanti per conoscere la storia di Giustizia e Libertà, per seguire le vicende dell'emigrazione antifascista in Europa e negli Stati Uniti e per cogliere, da angoli visuali non coincidenti, aspetti e problemi della politica internazionale del tempo e della crisi della democrazia in atto.
Le intemperanze verbali e il contrappunto critico dello storico pugliese, la schietta confidenza e la serena combattività di Rosselli, l'impegno di entrambi a progettare una società più libera e giusta animano questo scambio epistolare, facendone il documento di un sodalizio straordinario tra due uomini di generazioni diverse.

Elisa Signori insegna Storia contemporanea presso la Facoltà di lettere dell'Università di Pavia. Ha pubblicato tra l'altro Il dovere di testimoniare. Carteggio fra Gaetano Salvemini e Angelo Tasca (Roma-Napoli 1996); Minerva a Pavia. L'ateneo e la città tra guerre e fascismo (Milano 2002); Frammenti di vita e di esilio. Giulia Bondanini, una scelta antifascista (Zurigo 2006). Nelle nostre edizioni ha pubblicato La Svizzera e i fuorusciti italiani. Aspetti e problemi dell'emigrazione politica italiana 1943-1945 (1983).

Indice



Introduzione
Avvertenza ai testi
Abbreviazioni
Carteggio 1925-1937
Indice analitico del carteggio
Appendice. San Pietro, Mussolini e Salvemini. Storia di un complotto
Indice dei nomi.