La pedagogia tra sfide e utopie

Contributi
Massimo Baldacci, Franco Cambi, Cesare Scurati, Gerhard Mertens, Alberto Granese, Michele Corsi, Edwin Keiner, Franca Pinto Minerva, Giovanni Genovesi, Maria Teresa Moscato, Dietmar Larcher, Enza Colicchi, Beniamino Brocca, Marco Dallari, Liliana Dozza, Duccio Demetrio, Werner Wiater, Umberto Margiotta, Dario Ianes, Nicole Becher, Isabella Loiodice, Heinz Mandl, Paolo Calidoni, Siegfried Baur
Livello
Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 400,   2a ristampa 2015,    1a edizione  2009   (Codice editore 292.1.19)

La pedagogia tra sfide e utopie
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 32,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856807271

In breve

Una serie di contributi scientifici, dalle più apprezzate voci italiane, tedesche e austriache, sulla Pedagogia europea, un testo che documenta i paradigmi della ricerca teorica, metodologica ed empirica più in voga nelle sedi accademiche del vecchio continente. Al centro dell’attenzione sono le categorie dell’educazione: le sue finalità esistenziali, i suoi linguaggi, le sue chiavi interpretative, le sue metodologie della ricerca.

Presentazione del volume

Il volume raccoglie le più apprezzate voci italiane, tedesche e austriache chiamate a rivolgere il loro autorevole sguardo all'odierno mappamondo della Pedagogia europea: a documentare quindi i paradigmi della ricerca teorica, metodologica ed empirica che ricevono oggi le maggiori attenzioni nelle sedi accademiche del vecchio continente.
Si tratta di contributi scientifici che pongono al centro le categorie dell'educazione - le sue finalità esitenziali, i suoi linguaggi, le sue chiavi interpretative, le sue metodologie della ricerca - che godono di molti punti di confluenza pedagogica in questa stagione di transito tra due secoli, attraversata da processi planetari di straordinario cambiamento tecnologico-scientifico e socioculturale.
La tesi cara agli Autori è che la Pedagogia europea dispone di un guardaroba dal prestigioso taglio scientifico. Questo è di rigore quando essa è chiamata ad indossare accreditate teorie della conoscenza. Come dire: ogni opzione pedagogica - se garantita da un sistema di ipotesi di limpida fondazione scientifica (una legittimazione peraltro contingente, provvisoria, precaria, data la problematicità dell'esperienza educativa) - deve necessariamente equipaggiarsi di una bussola teorica orientata verso poli educativi integrativi o alternativi rispetto a quelli consacrati in una determinata latitudine storico-culturale. Una scelta difficile, perché diretta a dilatare e a trascendere i confini dell'educazione: siglati spesso da chiusure e pregiudizi, da feticismi e settarismi assiologici e ideologici.

Franco Frabboni è ordinario di Pedagogia all'Università di Bologna. La sua ricerca aderisce alle ragioni teoriche ed empiriche del razionalismo critico di impostazione problematicista. Tra le sue opere più recenti, Introduzione alla pedagogia generale (in coll. con F. Pinto Minerva), Bari 2003; Società della conoscenza e scuola, Trento 2005; Didattica e apprendimento, Palermo 2006; Educare in città, Roma 2006; Le parole della pedagogia. Teorie italiane e tedesche a confronto (a cura di, in coll. con G. Wallnöfer, N. Belardi e W. Wiater), Torino 2007; La scuola che verrà, Trento 2007; Una scuola possibile, Bari 2008; La scuola dell'infanzia (in coll. con F. Pinto Minerva), Bari 2008; Fare bene scuola, Roma 2008; Sognando una scuola normale, Palermo 2009.
Gerwald Wallnöfer è ordinario di Pedagogia presso la Libera Università di Bolzano. Il suo ambito privilegiato di ricerca è la Pedagogia interculturale, con particolare riferimento alle problematiche del bilinguismo, alle dimensioni extrascolastiche della formazione giovanile, alla progettazione di servizi socioformativi. Tra le sue opere, La Pedagogia interculturale, Milano 2001 e La supervisione nelle professioni educative. Potenzialità e risorse (in coll. con N. Belardi), Trento 2007.

Indice



Franco Frabboni, Gerwald Wallnöfer, Presentazione
Parte I. L'albero epistemologico della Pedagogia
Franco Frabboni, Una scienza maggiorenne
Massimo Baldacci, Un'ipotesi sulla nozione di educazione
Franco Cambi, Una Pedagogia per il postmoderno: il discorso, l'axiologia, la formazione
Cesare Scurati, Pedagogia fra due secoli: struttura volti territori
Gerhard Mertens, Ecologia umana dell'educazione e della formazione
Alberto Granese, La Pedagogia e la sua epistemologia
Michele Corsi, Le sfide pedagogiche, le utopie educative. Le sfide educative, le utopie pedagogiche
Edwin Keiner, La cultura della ricerca europea nelle scienze della formazione
Franca Pinto Minerva, La Pedagogia tra sconfinamenti e ibridazioni
Giovanni Genovesi, Scienza dell'educazione e Pedagogia
Maria Teresa Moscato, Educazione e umanizzazione dell'uomo. La presenza di un'assenza
Dietmar Larcher, Con anima e corpo
Enza Colicchi, La teoria storico-empirica dell'educazione
Beniamino Brocca, La nuova età della Pedagogia
Marco Dallari, Identità e conoscenza in Pedagogia
Parte II. I rami teorico-empirici della pedagogia
Gerwald Wallnöfer, Il dibattito sulla Pedagogia interculturale
Liliana Dozza, Pedagogia della comunicazione
Duccio Demetrio, Dal teorema al paradigma clinico in educazione. L'evoluzione del soggetto in Pedagogia introspettiva e della scrittura
Werner Wiater, Progetto per una teoria della didattica orientata alla prassi
Umberto Margiotta, Linguaggi della comunicazione e della formazione. Nuovo Rinascimento e intelligenze connettive
Dario Ianes, Alcuni temi fondamentali della Pedagogia speciale
Nicole Becker, Limiti e opportunità delle scienze della formazione come scienze dell'integrazione
Isabella Loiodice, Formazione e orientamento degli adulti
Heinz Mandl, Ambienti di apprendimento problematicistici. Un contributo allo sviluppo di una nuova cultura dell'apprendimento
Paolo Calidoni, La ricerca in campo educativo nel tempo di Internet
Siegfried Baur, Promozione del plurilinguismo e dell'interculturalità per la comunicazione e cooperazione tra i popoli. Una sfida per la Pedagogia contemporanea
Appendice. Le colline della memoria
Gli autori.