Le nostre spedizioni verranno sospese per la pausa estiva dal 27 luglio al 21 agosto (inclusi). Buone vacanze!
Casi di politiche urbane

A cura di: Pier Luigi Crosta

Casi di politiche urbane

La pratica delle pratiche d'uso del territorio

Una serie di scritti sulle politiche che riguardano l’ambiente urbano, partendo dal presupposto che le politiche, nelle aree urbane, “accadono”. Dipendono cioè dall’insieme delle interazioni in cui alcuni attori si coinvolgono intenzionalmente, mentre altri sono coinvolti, ma colgono l’occasione del loro coinvolgimento involontario per realizzare loro obiettivi particolari. E le interazioni che “aprono” le politiche alla partecipazione non “premeditata” si danno nella “pratica” delle politiche.

Edizione a stampa

42,00

Pagine: 384

ISBN: 9788856810295

Edizione: 1a edizione 2009

Codice editore: 1862.138

Disponibilità: Buona

Casi di politiche urbane. La prima parte del titolo di questa raccolta, che presenta dodici scritti elaborati nell'ambito del dottorato di ricerca in Politiche Pubbliche del Territorio dell'Università IUAV di Venezia, ha un doppio significato. Innanzitutto, indica semplicemente quello che dice: gli scritti trattano di politiche che riguardano l'ambiente urbano.
Il secondo significato è, almeno per gli autori, altrettanto banale, ma fondamentale: le politiche, nelle aree urbane, "accadono". Non sono, cioè, da riguardare come un insieme di azioni che diversi attori intraprendono "congiuntamente" al fine di realizzare degli obiettivi che in qualche modo riescono a condividere. Bensì, costituiscono degli eventi. Detto altrimenti, l'esito delle politiche è eventuale: non dipende, soltanto, dalle intenzioni - e dal comportamento efficiente - di quanti considerano se stessi (e sono considerati) come gli attori: i policy makers. Ma l'esito (che c'è sempre: sia desiderato che non; gradito o meno, per qualcuno o per tutti) dipende essenzialmente dall'insieme delle interazioni in cui alcuni attori si coinvolgono intenzionalmente, altri sono invece coinvolti, epperò colgono l'occasione del loro coinvolgimento - ancorché involontario - per realizzare loro obiettivi particolari, altri e ulteriori rispetto a quelli assegnati ufficialmente alle politiche. E le interazioni che "aprono" le politiche alla partecipazione non "premeditata", si danno nella "pratica" delle politiche. Per scomodare dei termini ingombranti, le politiche non sono un prodotto di progetto (design) ma della storia. Non del caso, perciò, ma sempre comunque di azioni umane, epperò non specificamente orientate al conseguimento dei risultati che possono essere anticipati ed eventualmente negoziati.
Studiare dei "casi" - cioè, studiare come le politiche "accadono" - non è quindi un modo di "imparare a farle", bensì un modo "per capirle". E questo è, in ultima analisi, l'obiettivo consegnato dagli autori a questa raccolta.



Premessa del curatore
Pier Luigi Crosta, Introduzione
Alessandro Caputo, La costruzione dell'inceneritore ad Acerra: tra pratiche conflittuali e generazione di frames
Alessia Cividin, Interpretazione del territorio transfrontaliero e cooperazione creativa: l'esperienza della frontiera tra Gorizia e Nova Gorica
Francesca Cognetti, L'evento Critical Mass. Pratiche effimere di attivazione del pubblico nella città
Serena Conti, L'idea di comunità tra pratica e progetto. Due casi a confronto
Davide Ghiraldini, Non un solo caso di conflitto urbano: riti, eventi, intrattabilità
Brigida Proto, La "Città Lucertola". "Mafiosità" delle politiche pubbliche: il caso di Chicago
Luca Romano, Il caso di studio del Veneto: caso di che?
Alessandra Ruggero, Pratiche di partecipazione a Padova. Oltre i "buoni propositi" e le "domande intrattabili"
Carla Tedesco, Tra politiche e pratiche d'uso della città: storie di trasformazione urbana intorno al porto di Bari
Marco Vani. Nuove forme della cittadinanza e conflitto. "Spoiling" del governo urbano a Ferrara e cambiamento delle politiche
Tommaso Vitale, Invisibilità e disinteresse: Come uscire dalla trappola delle policy community
Paolo Zeppetella, TAV - la grande opera come catalizzatore di conflitti
Gli autori.

Contributi: Alessandro Caputo, Alessia Cividin, Francesca Cognetti, Serena Conti, Davide Ghiraldini, Brigida Proto, Luca Romano, Alessandra Ruggero, Carla Tedesco, Marco Vani, Tommaso Vitale, Paolo Zeppetella

Collana: Urbanistica

Argomenti: Politiche urbane e territoriali

Livello: Studi, ricerche