Su e giù per l'Italia.

La ripresa delle emigrazioni interne e le trasformazioni del mercato del lavoro

Contributi
Bruno Anastasia, Elena de Filippo, Giuseppe D'Onofrio, Maurizio Gambuzza, Roberto Impicciatore, Francesco Laganà, Giustina Orientale Caputo, Pamela Pilato, Enrico Pugliese, Maurizio Rasera, Devi Sacchetto, Salvatore Strozza, Dario Tuorto, Alberto Violante
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 208,      1a edizione  2011   (Codice editore 1529.121)

Su e giù per l'Italia. La ripresa delle emigrazioni interne e le trasformazioni del mercato del lavoro
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 23,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856836516

In breve

Il volume affronta il tema dei flussi migratori interni, al fine di fornire un’interpretazione più ampia e meno consueta di un fenomeno che negli ultimi anni ha segnato una forte ripresa, coinvolgendo oltre 100mila persone ogni anno.

Utili Link

Corriere del Mezzogiorno I nuovi emigranti e il "solito" Sud (di Alessandro Leogrande)… Vedi...
Left Rocco e i suoi nipoti (di Francesco Pirone)… Vedi...

Presentazione del volume

Gli articoli raccolti in questo volume, interamente dedicato al tema dei flussi migratori interni, sono stati scelti con l’obiettivo di dare un’interpretazione più ampia e meno consueta a un fenomeno che negli ultimi anni ha segnato una forte ripresa.
Lo spostamento di popolazione dal Mezzogiorno verso il Nord e il Centro dell’Italia si presenta con modalità e caratteri molto diversi dalla fase migratoria degli anni ’60. Oggi assistiamo a un flusso meno visibile, ma che coinvolge oltre 100mila persone ogni anno e offre un interessante punto di osservazione sul mercato del lavoro nel nostro paese. L’aumento della scolarizzazione nel Mezzogiorno ha fatto aumentare la quota di chi parte con elevati livelli di istruzione, così come è aumentato il numero delle donne che intraprendono un percorso autonomo di mobilità. Queste novità aggravano la perdita di capitale umano qualificato da parte delle regioni del Mezzogiorno. Prosegue, comunque, un flusso altrettanto consistente di persone con livelli di istruzione più bassi. Si tratta spesso di soggetti con la sola scuola dell’obbligo che hanno trovato occupazione nelle piccole imprese delle regioni del Nord-Est, nell’industria, nell’edilizia, nel turismo e in servizi dequalificati.
Ai lavoratori che si trasferiscono si affianca un flusso, in continua crescita, di persone che lavorano al Centro-Nord senza emigrare, pendolari di lungo raggio, per lo più maschi e spesso in condizioni di maggiore debolezza contrattuale.
Non va dimenticato infine che anche i lavoratori stranieri contribuiscono in vario modo ai flussi interni: sia percorrendo le stesse rotte Sud-Nord dei lavoratori italiani, sia seguendo la stagionalità dei lavori in agricoltura, sia infine per effetto della riduzione della domanda di lavoro nelle varie aree del paese.

Davide Bubbico è ricercatore in Sociologia dei processi economici e del lavoro nell’Università di Salerno.
Enrica Morlicchio è professore associato di Sociologia dello sviluppo nell’Università di Napoli Federico II.
Enrico Rebeggiani è professore associato di Sociologia dei processi economici e del lavoro nell’Università di Napoli Federico II.

Indice


Davide Bubbico, Enrica Morlicchio, Enrico Rebeggiani, Introduzione. Migranti, trasferisti e pendolari. Le trasformazioni del mercato del lavoro italiano
Enrico Pugliese, Le migrazioni interne nella scena migratoria italiana: novità, persistenze, luoghi comuni
Francesco Laganà, Alberto Violante, Rocco e i suoi eredi: permanenza e mutamento nelle migrazioni Sud-Nord
Roberto Impicciatore, Dario Tuorto, Mobilità interna e istruzione universitaria: risorse familiari, individuali e opportunità di ascesa sociale nell’occupazione
Devi Sacchetto, L’immigrazione interna e internazionale in un sistema di occupazione regionale
Bruno Anastasia, Maurizio Gambuzza, Maurizio Rasera, La misurazione della mobilità territoriale attraverso l’analisi dei dati dei Centri per l’impiego del Veneto
Giustina Orientale Caputo, Giuseppe D’Onofrio, Emigrare senza radicarsi: storie di lavoratori pendolari dal Sud al Nord del paese
Davide Bubbico, L’emigrazione operaia e a bassa qualificazione dal Mezzogiorno
Pamela Pilato, Partire da sole: migrazione femminili dalla Campania all’Emilia-Romagna
Elena de Filippo, Salvatore Strozza, Le migrazioni interne degli stranieri in Italia
Abstracts