Contesti mediterranei in transizione.

Mobilità turistica tra crisi e mutamento

Autori e curatori
Contributi
Maria Albrizio, Maria Alebaki, Marc Boyer, Viviana Calzati, Emilio Cocco, Paolo Corvo, Paola de Salvo, Ali Elloumi, Antonio Fadda, Sergio Fadini, Adriana Galvani, Laura Giobbi, Olga Iakovidou, Ivona Jovanovic, Roberto Lavarini, Gabriele Manella, Marxiano Melotti, Pierluigi Musarò, Asterio Savelli, Rosantonietta Scramaglia, Andriela Vitic-Cetkovic, Moreno Zago
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 368,      1a edizione  2013   (Codice editore 1805.31)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Contesti mediterranei in transizione. Mobilità turistica tra crisi e mutamento
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 44,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820456177
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 34,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891702630
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Sulle sfide che il turismo deve affrontare oggi, soprattutto nel contesto mediterraneo, si concentrano i saggi raccolti nel volume, contributi alla riflessione che da decenni l’Associazione Mediterranea di Sociologia del Turismo porta avanti.

Presentazione del volume

Il Mediterraneo è la regione più densamente turistica del pianeta: nel 2011 oltre un quarto del miliardo di turisti registrati dalle statistiche delle Nazioni Unite si è concentrato in quest'area, secondo una tendenza globale che vede il turismo come uno dei principali fattori di mobilità umana. Non appare perciò sorprendente che il turismo sia considerato un fattore decisivo di sviluppo economico e di mutamento sociale, nonostante le dinamiche spesso fortemente contraddittorie che innesca a livello locale e che sembrano accentuate dalla recente crisi economico-finanziaria e dai profondi cambiamenti nella geopolitica mediterranea degli ultimi decenni.
Il progressivo superamento dei modelli tradizionali del turismo di massa e l'apertura alle diverse concezioni orientate a una maggiore attenzione per l'ambiente e le culture e a un'organizzazione delle vacanze più a misura degli interessi personali rappresentano le sfide principali che i sistemi turistici dell'Europa meridionale e del Nord Africa si trovano ad affrontare.
In questo contesto di trasformazioni, quali prospettive si aprono per le "nuove" forme di turismo? Qual è il ruolo delle città nei nuovi assetti territoriali? Quali le risorse materiali e simboliche da attivare nei diversi contesti locali?
Sulle sfide che il turismo deve affrontare alla ricerca di tali risposte si concentrano i saggi raccolti nel volume, contributi alla riflessione che da decenni l'Associazione Mediterranea di Sociologia del Turismo porta avanti.

Romina Deriu è ricercatrice di Sociologia e insegna Teoria sociologica e ricerca sociale presso il Dipartimento di Scienze politiche, Scienze della comunicazione e Ingegneria dell'informazione dell'Università di Sassari. È autrice di vari saggi sui temi dell'agire sociale, della metodologia della ricerca sociale, dello sviluppo e dei saperi locali con particolare attenzione all'ambito mediterraneo. Tra le sue pubblicazioni: Saperi e attori sociali in contesti euro-mediterranei (Milano 2006); Sviluppo e saperi nel Mediterraneo (a cura di, Milano 2012).

Indice



Antonio Fadda, Prefazione
Romina Deriu, Il turismo mediterraneo: miti ed evidenze empiriche
Parte I. Le ragioni del muoversi
Marc Boyer, Le tourisme méditerranéen. De L'Hiver dans le Midi (la grande saison élitiste du XXe Siècle) aux ruées estivales vers le soleil de la seconde moitié du XX siècle
Asterio Savelli, La mobilità turistica nelle regioni marittime: motivazioni emergenti e nuove strategie imprenditoriali
Maria Alebaki, Olga Iakovidou, Wine Tourism Motivation: an Amalgam of Pull and Push Factors?
Antonio Fadda, Quale mobilità, quali città
Parte II. La cultura che attrae
Ivona Jovanovic, Andriela Vitic-Cetkovic, La promotion de l'héritage culturel immatériel au Monténégro en vue du développement touristique durable
Emilio Cocco, La città adriatica. Turismo, cittadinanza e identità in una regione marittima di frontiera
Paola De Salvo, Nuovi network nella governance delle destinazioni turistiche minori: il caso di RES TIPICA
Marxiano Melotti, Turismo culturale e festival di rievocazione storica. Il re-enactment come strategia identitaria e di marketing urbano
Parte III. Modelli balneari in transizione
Roberto Lavarini, Analysis of Seaside Tourism Supply (the Case of Liguria and Tuscany)
Maria Albrizio, Il turismo intercostiero: il caso del litorale domizio
Rosantonietta Scramaglia, Italian Tourists and Seaside Tourism
Adriana Galvani, Integrazione nel turismo adriatico
Gabriele Manella,
Due coste e un mare solo? Il turismo nautico tra pubblico e privato
Parte IV. I volti della sostenibilità
Pierluigi Musarò, La creatività al servizio dello sviluppo turistico responsabile
Viviana Calzati, Il progetto EDEN nella Regione Umbria: traiettorie di sviluppo sostenibile per le destinazioni minori tra qualità e lentezza
Paolo Corvo, Sostenibilità e benessere nel turismo
Ali Elloumi, Le tourisme tunisien en quête d'identité: quelques réflexions pour un développement durable
Sergio Fadini,
Il turismo responsabile nel nord del mondo. Problemi di paradigma e ipotesi di studio della comunità locale materana
Laura Giobbi, Quando l'insostenibilità è sociale: le mobilità per fini sessuali
Moreno Zago, The Slow Tourism as a Strategic Approach for the Upper Adriatic Borderlands.