Il Mediterraneo e la sfida che arriva da Est.

Questioni di sicurezza e cooperazione nel mondo bipolare

Contributi
Andrea Cesolari, Valeria Ruggiu, Gian Lorenzo Zichi
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 218,      1a edizione  2017   (Codice editore 1581.24)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Il Mediterraneo e la sfida che arriva da Est. Questioni di sicurezza e cooperazione nel mondo bipolare
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 27,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 20,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 20,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

Il volume ricostruisce alcune pagine meno note di storia della politica internazionale in ambito mediterraneo tra gli anni Cinquanta e Duemila. Dagli Stati Uniti alla Gran Bretagna, dall’Unione Europea alla Russia, ma anche all’Africa e al Medio Oriente: attori tradizionali e nuovi protagonisti confluiscono in un lavoro a più voci, fondato su materiali documentari editi e inediti di svariata provenienza.

Presentazione del volume


Teatro nel corso dei secoli della competizione tra le potenze marittime e oggi luogo di un dialogo dalle alterne fortune tra l'Unione Europea ed i paesi rivieraschi, nella seconda metà del Novecento il mare Mediterraneo è stato uno degli scenari del confronto bipolare, entro il quale si sono intersecate prioritarie necessità di sicurezza, sotto differenti aspetti e con diverse declinazioni. In quest'ambito, il presente volume ricostruisce alcune pagine meno note di storia della politica internazionale tra gli anni Cinquanta e Duemila. Dalle esigenze strategiche della Gran Bretagna riguardo il continente africano alle scelte degli Stati Uniti in un Medio oriente dalle molte peculiarità politiche; dalla convergenza di interessi tra una Jugoslavia in equilibrio tra gli schieramenti opposti e la Comunità Europea fino ai progetti di Nuclear Free Zones ed agli specifici capitoli mediterranei del Processo di Helsinki, volti a dare avvio ad un dialogo nuovo e inclusivo tra le due sponde del bacino.

Scritti di: Gianluca Borzoni, Andrea Cesolari, Christian Rossi, Valeria Ruggiu, Gian Lorenzo Zichi.

Gianluca Borzoni è professore associato di Storia delle Relazioni Internazionali presso il Dipartimento di Scienze Sociali e delle Istituzioni dell'Università degli Studi di Cagliari, dove insegna Storia delle relazioni internazionali.

Christian Rossi è professore associato di Storia delle Relazioni Internazionali presso il Dipartimento di Scienze Sociali e delle Istituzioni dell'Università degli Studi di Cagliari, dove insegna Storia dell'integrazione europea.

Indice

Gianluca Borzoni, Premessa
Christian Rossi,
Introduzione
Gianluca Borzoni,
Capetown, Nairobi, Dakar. La Gran Bretagna e la difesa del Medio Oriente che passa per l'Africa (1951-1955)
Valeria Ruggiu,
Amman alla ricerca di un alleato. Nascita, sviluppo e consolidamento delle relazioni giordano-statunitensi durante la guerra fredda araba (1953-1960)
Gian Lorenzo Zichi,
La "Dimensione Mediterranea" della CSCE/OSCE: prossimità, sicurezza, cooperazione
Christian Rossi,
The United Kingdom and the proposals of Nuclear Free Zones in the Mediterranean between the 1960s and 1970s
La Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia nei programmi di cooperazione allo sviluppo della Comunità Andrea Cesolari, Economica Europea (1960-1991)
Indice dei nomi.