Aziende terribili e come migliorarle

Strumenti per dar vita ad aziende più umane, ad uso di manager, collaboratori e consulenti

Autori e curatori
Collana
Argomenti
Livello
Testi per professional
Dati
pp. 146,      1a edizione  2020   (Codice editore 2001.151)

Aziende terribili e come migliorarle. Strumenti per dar vita ad aziende più umane, ad uso di manager, collaboratori e consulenti
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 12,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 12,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

Un libro che parla di relazioni: cosa non funziona e come creare antidoti; cosa inasprisce gli animi e rende complicato l’apparentemente “semplice” atto di andare d’accordo con un collega, un collaboratore, un manager, un consulente. Un testo per tutti, perché si prende la briga di riconoscere che per un problema complesso c’è sempre una soluzione che possiamo costruire tutti insieme, ciascuno partendo dal proprio punto di vista, aggiungendo il proprio contributo.

Presentazione del volume

Che tu sia collaboratore, manager o consulente, probabilmente ritroverai la tua storia in questo libro. O almeno parte di essa, perché la tua, come la mia, somiglia alle decine di altre che potrebbero essere raccontate su come mediamente si vive il lavoro oggi nelle grandi organizzazioni e nelle multinazionali.
E su come gli strumenti del coaching possano contribuire non solo a gestire meglio se stessi, ma anche (soprattutto?) a navigare meglio in quel mare spesso burrascoso che sono le relazioni umane in azienda.
Questo libro vuole sollevare un interrogativo: come mai, nonostante il raffinarsi dei mezzi culturali, dell'intelligenza emotiva, della vastissima letteratura sulle "buone pratiche di leadership", la qualità della vita nelle aziende sembra essere sempre peggiore?
Tra risorse stressate, donne e uomini alle prese con sostanziali demotivazioni, capitale umano "devitalizzato", queste pagine vogliono essere una presa di coscienza, lucida e ragionata, che prende le mosse dall'aria stagnante di troppi uffici, dalle relazioni "pericolose" che rendono ancor più complessa una situazione già al limite.
Questo è un libro che parla di relazioni e sulle relazioni; su cosa non funziona e su come creare antidoti; su cosa inasprisce gli animi e rende complicato l'apparentemente "semplice" atto di andare d'accordo con un collega, un collaboratore, un manager, un consulente.
È un libro per tutti, perché si prende la briga di riconoscere che per un problema complesso c'è sempre una soluzione che possiamo costruire tutti insieme, ciascuno partendo dal proprio punto di vista, offrendo il proprio contributo. Un'ottima soluzione, peraltro, nascosta in piena vista quel tanto che basta per spingere a cercarla, prenderla e portarla via con sé. Il tutto con lo scopo finale di trasformare, finalmente, aziende terribili in organizzazioni fantastiche.

Mario Maresca
nel mondo delle multinazionali ha ricoperto ruoli di vendita, di gestione risorse umane, di specialista nella formazione e sviluppo. Nel 2005 ha fondato la sua N-Exolution, società di consulenza organizzativa, formazione e coaching. Collabora come docente e coach in LUISS Business School e presso la Pontificia Università della Santa Croce. Diffonde la cultura dello sviluppo gestionale e del benessere personale in multinazionali e grandi organizzazioni.

Indice

Introduzione
Artefici della propria sorte
(Perché parlare di aziende terribili; Quanto è terribile il terribile; Il terribile in casa)
La danza dei masochisti
(Povera testa, povero cuore; Mente-corpo, ragione-emozioni; Il manager non è (veramente) solo; Il crimine silenzioso)
L'esploratore eretico: atto primo
(Andare oltre la prima, superficiale idea; Pensare alla complessità senza essere complicati)
Un antidoto all'ingenuità: pensare per Sistemi
(In fondo, più in fondo, con maschera e boccaglio; Interludio; Chi ha paura dell'uomo nero? Ovvero rompere uno schema sistemico disfunzionale, avere risultati e vivere (più) felici)
I nostri labirinti quotidiani
(Il ping-pong nel cervello; Nel labirinto dell'ambiguità; La trappola perfetta; Come creare follia in una semplice mossa; Fuori dalla trappola; Il rimedio inutile)
L'esploratore eretico: atto secondo
(Tutto è normale, niente è normale; Diversamente normale; L'etica del mercante)
Le scomode abitudini
(Persiane, banane, riunioni e sedie; Come andare sull'anima agli altri senza fare (apparentemente) nulla; Il silenzio dell'albero che cade, ovvero se non metti in pratica, perché imparare?; Il pilota automatico; Osserva, scomponi, ricomponi)
Il tempo che passa e le relazioni pericolose
(Risparmio e resistenze; L'impazienza e l'irrequietezza; I pusher ciechi e i (da) loro dipendenti; Tentativi per riacquistare la vista; Il buono, il simpatico (fino a prova contraria) e l'infame)
Cambia-Menti
(Imparare sul lavoro; Quel che servirebbe e quel che invece c'è; Imparare a (far) imparare)
La possibile alleanza
(Se questi sono gli alleati, meglio gli avversari; Avversari accidentali; Vademecum per evitare la follia)
(Trarre forse delle) Conclusioni
Ringraziamenti
Bibliografia.