Digital Public Affairs & Advocacy

Dalla lobby tradizionale ai blended public affairs

Autori e curatori
Contributi
Davide Bennato, Stefania Romenti
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi advanced per professional
Dati
pp. 274,      1a edizione  2021   (Codice editore 1059.48)

Digital Public Affairs & Advocacy Dalla lobby tradizionale ai blended public affairs
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 35,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 29,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 29,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve

Il testo illustra in maniera esauriente i Digital Public Affairs, approfondendo sia gli aspetti di natura strategica che gli strumenti di utilizzo più frequente, dedicando ampio spazio anche alle azioni tattiche volte a risolvere nuove problematiche tipiche di questo ambito. Il volume è rivolto ai manager, agli addetti alle relazioni istituzionali e alla comunicazione, nonché agli studenti universitari e dei corsi post lauream.

Presentazione del volume

Il glitterato mondo dei social network esercita un fascino profondo sul lobbista. Capillarità e velocità sono allettanti, ma il paradigma sul quale si fondano questi strumenti è affine al mondo della comunicazione e apparentemente opposto a quello della rappresentazione degli interessi.
Utilizzare efficacemente i canali digitali significa ripensare alcuni processi operativi tipici dei public affairs e soprattutto coniugarli con la comunicazione istituzionale; due facce della stessa medaglia che pur sviluppandosi all'unisono mantengono identità strutturalmente differenti. I diversi aspetti si possono conciliare e la chiave di volta per ricongiungere i due universi è insita nelle iniziative di advocacy, le quali pur differenziandosi dai rapporti istituzionali ne amplificano alcune leve e ne abilitano di nuove.
I Digital Public Affairs sono il punto di sintesi tra questi mondi, creano un nuovo binario relazionale, arricchiscono il confronto con contenuti e nuovi attori, ma non sono applicabili in tutte le circostanze, anzi in alcuni casi possono risultare addirittura dannosi. Questi strumenti sono in una fase di repentina evoluzione e le applicazioni sono tutt'ora poche e spesso artigianali.
Il testo si propone di illustrare in maniera esauriente i Digital Public Affairs, approfondendo sia gli aspetti di natura strategica che gli strumenti di utilizzo più frequente, dedicando ampio spazio anche alle azioni tattiche volte a risolvere nuove problematiche tipiche di questo ambito. Il volume è rivolto ai manager, agli addetti alle relazioni istituzionali e alla comunicazione, nonché agli studenti universitari e dei corsi post lauream.

Giulio Di Giacomo
, da tempo nel campo delle relazioni istituzionali, attualmente è Head of Local Institutional Affairs di TIM; in precedenza, ha operato nello staff di diversi ministri e in Confindustria, provenendo da realtà multinazionali di consulenza strategica. Nel 2019 ha pubblicato per i nostri tipi Marketing istituzionale & Public Affairs. Gestire le relazioni istituzionali creando valore per l'impresa, un manuale che ha avuto ottimi riscontri nel mondo accademico e del lobbying.

Indice

Stefania Romenti, Prefazione
Davide Bennato, I Digital Public Affairs sotto la lente della sociologia dei media digitali
Introduzione
Relazioni istituzionali e innovazione digitale
(Le tecnologie di riferimento; Il digitale nel Public Affairs life cycle; Advocacy e lobby a confronto)
Advocacy 2.0
(Il progetto di Advocacy perfetto; Le azioni tradizionali; Attività Web e Social; Primo post e gestione del thread; La scelta degli influencer per i Digital Public Affairs; Le attività di back office; Advocacy diretta e inversa; Local advocacy)
Digital Institutional Analysis
(Il report per il supporto alle decisioni; Facts at a glance; Personal behavior; DPA Action Plan; Sentiment at a glance; Political forecasting)
Strategia di Digital Public Affairs
(Linee guida strategiche di intervento; Blended Public Affairs; Progettare la funzione DPA)
Opportunità e minacce del doppio binario relazionale
(Evitare le trappole; La gestione di una crisi; Il rapporto istituzionale virtuale; Condividere i contatti istituzionali in azienda)
Le mutazioni della comunicazione
(Ci serve subito una risposta, gli mando un altro messaggio!; "Gruppi" istituzionali; Il documento lo mando su WhatsApp?; Fake mail)
Relazioni istituzionali pubbliche
(Ho letto il post su Facebook!; Gestione di un post istituzionale ostile; Fake news (e Advocacy); La nuova cassetta degli attrezzi)
Conclusione
Indice delle tabelle
Indice delle figure
Indice box di testo
Appendice
(Public affairs - processi di base; Scheda Interlocutore; Scheda dei Rischi; Mappa delle Relazioni; Matrice di Posizionamento Istituzionale Aziendale (PIA))
Bibliografia.




Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access