Annodamenti del sintomo

Una lettura lacaniana

Autori e curatori
Contributi
Maria Teresa Maiocchi
Livello
Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti
Dati
pp. 168,      1a edizione  2021   (Codice editore 225.1.4)

Annodamenti del sintomo Una lettura lacaniana
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 23,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788835118886
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 20,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788835125846
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Siamo oggi in presenza di fenomeni clinici che sembrano costituirsi e svilupparsi fuori transfert, sotto la pressione di una medicalizzazione della clinica che non lascia spazio a interrogativi. Come si trattano per esempio le dipendenze, gli attacchi di panico o la depressione, percepiti spesso come effetto di un’assenza di agganci, di punti di riferimento? Ci sono forme sintomatiche fuori transfert, che – trattate nel quadro di un ascolto analiticamente orientato – si riaprono alla cura e si modificano, per consentire al soggetto prospettive diverse, originali. Nuovi annodamenti…

Presentazione del volume

Nel momento in cui la funzione paterna - da cui la psicoanalisi è sorta - sembra in declino, come riuscire a far valere le ragioni di una cura? La funzione del Padre, con la forma del sintomo ad essa legata, viene in valore per ragioni romantiche?
Perché, come psicoanalisti, siamo degli affezionati, perché siamo quelli del Nome-del-Padre? O questa congiuntura si trova invece precisamente nel realismo della questione del soggetto e indica quindi il bisogno - oggi - di un'apertura diversa proprio a partire dalla "questione paterna", dalle sue origini fino alle sue trasformazioni attuali? Un'apertura che si spinge oltre la tradizione e che Lacan avvia con "i Nomi del Padre", facendone un plurale, dando luogo a una pluralità con cui possiamo pensare nuove forme, nuove supplenze, nuove modalità di risposta a "quel che non va". È infatti questo il modo lacaniano di indicare il reale, che sempre va di traverso all'esperienza.
Siamo oggi in presenza di fenomeni clinici che sembrano costituirsi e svilupparsi fuori transfert, sotto la pressione di una medicalizzazione della clinica che non lascia spazio ad interrogativi. Come si trattano per esempio le dipendenze, gli attacchi di panico o la depressione, percepiti spesso come effetto di un'assenza di agganci, di punti di riferimento? Può un ascolto che tenga conto di questo reale della contemporaneità far sorgere un sintomo soggettivato, l'esigenza di un senso? Ci sono forme sintomatiche fuori transfert, che - una volta ricevute, accolte, ascoltate, trattate nel quadro di un ascolto analiticamente orientato - si riaprono alla cura e si modificano, per consentire al soggetto prospettive diverse, originali. Nuovi annodamenti...

Sidi Askofaré è psicoanalista a Tolosa, dove insegna presso l'Université Toulouse-le-Mirail (Jean Jorès). È Analyste Membre de l'Ecole (AME) della Scuola internazionale di psicoanalisi EPFCL (Ecole des Forums du Champ lacanien) dove - dalla sua fondazione - è impegnato nell'avanzamento epistemico e nella dimensione formativa, sostenendo molti incarichi istituzionali. È docente presso il Collège clinique CCPO, ambito di riferimento formativo della Scuola rispetto all'Ovest della Francia e in Italia dell'Istituto ICLeS (Istituto per la Clinica dei Legami Sociali) nelle sue diverse sedi. È autore di numerose pubblicazioni anche in ambito internazionale, tra cui: Clinica del sujeto e lazo social (2012); D'un discours l'autre. La science à l'épreuve de la psychanayse (2013).

Indice

Maria Teresa Maiocchi, Prefazione
Sintomo..., sinthomo... Un percorso
(Il cantiere di lavoro; Interrogando la struttura, equivalenza Padre sintomo; Con Freud; "Focolaio di difese"; Sintomo, teoria lacaniana; Clinica del sintomo, metafora o godimento?)
Supplenza del sintomo
(Sintomo come metafora; Tra isteria e nevrosi ossessiva, due modalità di rimozione; Il significante sul corpo, effetti freudiani; Clinica differenziale della sostituzione; Il legame del godimento e dello spostamento; Etica analitica e/o psicoterapie; La dimensione epistemica dell'analisi; Impalcatura significante e sostanza godente; Il nodo del parlessere; Sapere perché)
Declinazioni del sintomo, dal Nome del Padre al sinthomo
(Clinica delle supplenze; Che cos'è un padre?; Carenza paterna ed efficacia simbolica; Dal Padre al sintomo; I tre padri; Padre, simbolico?; Nella logica dei discorsi; Il Nome del Padre e la topologia; Annodamenti)
Sintomo, nodo della struttura
(Ripresa del tema; Sintomo e supplenza; Con il piccolo Hans; Sintomi non paterni; Con l'Uomo dei topi; Dal 3 al 4; Sul caso di Ruth Lebovici; E la psicosi?; Joyce, il sinthomo; Del "ben rotondo sfero"...; Non-senso del Nome)
Bibliografia.





  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura

    Pubblicazioni in Open Access


    Pubblicità