Le nostre spedizioni verranno sospese per la pausa estiva dal 27 luglio al 21 agosto (inclusi). Buone vacanze!
Il problema dell'altro

Massimo Giuseppe Eusebio

Il problema dell'altro

Psicologia dei media tra identità e alterità

A partire da una ricognizione su quella che oggi autorevoli studiosi chiamano «infosfera» o «interrealtà» come segno distintivo del presente, che vede l’individuo immerso in uno spazio informazionale intessuto di reale e virtuale, il volume descrive l’influenza esercitata dalle trasformazioni della realtà mediale sulla rappresentazione del Sé e sulle relazioni interpersonali, con particolare riguardo al rapporto tra narcisismo e disposizioni empatiche e al problema dell’altro colto nella nostra sovraesposizione al suo sguardo.

Edizione a stampa

26,00

Pagine: 192

ISBN: 9788835135173

Edizione: 1a edizione 2022

Codice editore: 1244.10

Disponibilità: Buona

Pagine: 192

ISBN: 9788835141327

Edizione:1a edizione 2022

Codice editore: 1244.10

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Come si profila l'esperienza dell'altro negli spazi comunicativi della contemporaneità? E in che modo i mutamenti mediali, compreso il nostro approccio a essi, hanno inciso su tale esperienza? A partire da una ricognizione su quella che oggi autorevoli studiosi chiamano "infosfera" o "interrealtà" come segno distintivo del presente, che vede l'individuo immerso in uno spazio informazionale intessuto di reale e virtuale, il volume descrive l'influenza esercitata dalle trasformazioni della realtà mediale sulla rappresentazione del Sé e sulle relazioni interpersonali, con particolare riguardo al rapporto tra narcisismo e disposizioni empatiche e al problema dell'altro colto nella nostra sovraesposizione al suo sguardo.
L'intento di fondo è quello di approfondire, attraverso una prospettiva multidisciplinare, gli effetti di natura sociopsicologica indotti dalle trasformazioni del panorama comunicativo, a cominciare dalle innovazioni mediatiche come lo è stata la tv reality, fino all'avvento delle reti informatiche e delle tecnologie di connessione mobile che hanno testimoniato l'alba di una mutazione epocale delle relazioni umane.
Se da un lato la Rete ha ampliato il nostro universo relazionale, dando vita a forme di intelligenza distribuita e di condivisione del sapere capaci di mobilitare competenze e promuovere emancipazione sociale, dall'altro ha però agevolato il manifestarsi di comportamenti disinibiti e non di rado violenti celati dietro l'anonimato di identità fittizie. In tale scenario pare aver preso piede una forma di "narcisismo digitale" che, a fronte di disagi adattivi e di una mancata elaborazione dell'esperienza dell'altro tendente a rimuoverlo, trova nel cyberspazio una garanzia di esistenza e un palcoscenico dove esibire la propria immagine.

Massimo Giuseppe Eusebio
, freelance editor, collabora come docente a contratto con l'Università di Urbino. È presidente dell'Associazione Itaca di Rimini, osservatorio di orientamento psicoanalitico rivolto alla prevenzione del disagio psicologico e all'ascolto delle problematiche dell'età evolutiva. Per FrancoAngeli ha pubblicato Lo sguardo dello schermo. Teorie del cinema e psicoanalisi (2017).

Introduzione
Ringraziamenti
Online e offline
(Cyberspazio e "intelligenza collettiva"; "Interrealtà" e "infosfera": il continuum tra fattuale e virtuale; I media siamo noi; Intelligenza artificiale e rapporto uomo-macchina; L'approccio ai nuovi media tra determinismo tecnologico e determinismo sociale; Uso sociale delle tecnologie e percezione mediata dell'altro; Digitalizzazione dell'umano e funzione identitaria delle relazioni online)
Consumo mediale e proliferazione dell'immaginario
(Sguardi sulla cultura mediale: teoria critica e teoria culturologica; Tramonto del simbolico ed espansione dell'immaginario; Voyeurismo televisivo; Tecnologia mediale tra spettacolarizzazione e iperrealtà; Lo scambio simbolico come luogo di alterità)
Il ruolo degli ambienti digitali nella dimensione relazionale dell'individuo
(Nuovi media e comportamenti sociali; L'interazione dei gruppi negli ambienti digitali; L'identità in Rete; Rappresentazione di sé e bisogno di riconoscimento; Le nuove emergenze sociali nell'era del Web; Dalla polarizzazione delle idee all'odio online; Riduzione cognitiva e violenza verbale; Bullismo e cyberbullismo; L'esposizione alla violenza mediale e la questione dei videogiochi; La sessualità tecno-mediata)
Il narcisismo come misconoscimento dell'altro
(Narcisismo "sano" e narcisismo "patologico"; L'esperienza dello specchio tra identità e alterità; Narcisismo, frustrazione e rabbia come precursori dell'odio; L'avversione verso l'altro; Definire la violenza; Narcisismo online e "riduzione della competenza sociale"; Differenti nozioni di alterità: "l'altro" e "l'Altro")
Dialettica con l'altro
(Il concetto di empatia; Dalla "simpatia simbolica" alla "simulazione incarnata"; Dalla "civiltà empatica" al "grado zero" di empatia; Pregiudizio e deumanizzazione; Empatia o compassione?; "Intelligenza emotiva" vs analfabetismo emozionale; Costruire empatia nella Rete)
Dall'estraneo perturbante all'incontro con l'altro
(L'inquietante estraneità; Sguardo e vergogna; Lo "spaesante" estraneo/familiare; L'Altro come minaccia al godimento; La metafora virale; Io e l'altro: l'alterità che ci abita; L'identità incerta; Opportunità e rischi della Rete: una questione aperta; Per una pedagogia delle emozioni)
Bibliografia
Filmografia.