La domanda di piano

Autori e curatori
Contributi
Maria Cristina Catozzi, Umbertina Cattaneo, Francesco Maiorano, Stefano Moroni, Dario Naddeo
Livello
Studi, ricerche. Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 208,      1a edizione  1995   (Codice editore 1740.71)

La domanda di piano
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 23,00
Disponibilità: Limitata


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820491635

Presentazione del volume

Lo stato reale del nostro territorio impone un progetto di organizzazione socialmente ed economicamente operabile, espressione di opzioni differenziate e legittime nella verifica della loro positiva compatibilità, garanzia di un ambiente dinamicamente vivibile come condizione dirimente per ogni scelta sul territorio, nel rispetto permanente dei valori e dei segni, delle risorse e degli oggetti, dalla natura alla storia.

Per tutto questo, che è un progetto processuale e permanente, un progetto di "lunga durata" per le nostre città e il loro territorio, per il nostro territorio e le sue città, esiste una diffusa e forte domanda. Magari gli attori, e i cittadini, gli operatori e gli utenti non sanno, ma quando chiedono insieme case e verde, accessibilità al lavoro e ai servizi, rispetto della natura e fruizione delle risorse naturali, costi contenuti e sopportabili per vivere la città e il territorio, domandano un piano.

La collocazione di tale costrutto in un contesto teorico basato sul neocontrattualismo consente di assumere "questioni di giustizia" come base fondativa per costruire un'ipotesi etica e pragmatica per il processo di pianificazione.

Vittorio Borachia è professore di urbanistica nel Dipartimento di Scienze del territorio del Politecnico di Milano e membro del collegio docenti del dottorato di ricerca in pianificazione territoriale dei Politecnici di Torino e Milano e dell'lstituto universitario di architettura di Venezia. Nel 1965 ha redatto, per il Ministero del bilancio, l'ipotesi di assetto territoriale per la Liguria; dal 1966 al 1981 è stato direttore di ricerca dell'llres ligure per l'urbanistica e il territorio occupandosi, fra l'altro, del quadro di riferimento fondativo della pianificazione territoriale nella regione. Da parecchi anni il lavoro di ricerca, come la sperimentazione sul campo, è centrato sul controllo dello spreco del territorio in rapporto alla domanda sociale.

Indice

Premessa
Parte I - La domanda di piano
La domanda di piano, di Vittorio Borachia
L'interpretazione della domanda di piano come costruzione responsabile, di Dario Naddeo
Piano e domanda sociale: la questione dei bisogni in una prospettiva etica, di Stefano Moroni
Parte Il - Componenti e problemi
Il cambiamento delle opzioni sociali, di Maria Cristina Catozzi
Una possibile articolazione della domanda di piano, di Umbertina Cattaneo
Pianificazione territoriale e questione ambientale: per un approccio non radicale, di Stefano Moroni
Domanda istituzionale e domanda di piano, di Maria Cristina Catozzi
Parte llI - Domanda e contesti territoriali
A partire da due casi liguri: l'ambiente dimensione cardine nel rapporto domanda/offerta di piano, di Dario Naddeo L'area metropolitana milanese tra domanda, offerta e necessità del piano, di Francesco Maiorano
L'Est - Ticino: un'interpetazione della domanda in un caso
di periferia metropolitana, di Maria Cristina Catozzi e Umbertina Cattaneo
Note sugli autori