Vecchie strade

Consumo e povertà nei centri di Palermo e Sassari

Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 324,   figg. 63,     2a edizione  2003   (Codice editore 1562.21)

Vecchie strade. Consumo e povertà nei centri di Palermo e Sassari
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 33,00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846417411

Utili Link

Corriere Della Sera Per i risparmiatori è il momento degli acquisti (di Stefania Tamburello)… Vedi...

Presentazione del volume

I centri storici in Italia sono l'emblema della città di pietra , sono l'insieme di edifici e monumenti che vivono - quale che sia lo stato della loro fisicità ed il loro valore architettonico - soltanto se rappresentano emozioni, se modellano stili di vita, se esprimono una cultura continuamente rinnovata, se si compongono in formazioni sociali. Le vecchie strade sono l'esplicitazione materiale e simbolica delle trasformazioni del centro, sono un filtro attraverso cui leggere i processi di concentrazione e di decentramento di funzioni, sono uno specchio della città.

Ad ogni città corrispondono specifici tipi di centro e di strada. Dall'osservazione del centro è possibile cogliere lo spirito della città, così come dall'osservazione della strada è possibile cogliere le direzioni del mutamento del centro, sapendo, però, che in entrambi i casi coesistono fenomeni di segno opposto che non si annullano ma che si alimentano reciprocamente. Il centro e la strada possono essere studiati come sistemi compositi che rappresentano una totalità urbana, piuttosto che come singole parti della città.

Da questa particolare angolazione i contributi del volume forniscono delle utili chiavi di lettura dei fattori di riqualificazione e di degrado, delle forme di consumo e di povertà, dei fenomeni culturali e delle reti comunicative la cui varietà rinvia alle differenze insite nei vissuti urbani.

La rilevazione empirica riguarda alcune strade e piazze dei centri storici di Palermo e di Sassari, città tra loro distanti dal punto di vista geografico, storico, sociale e della formazione culturale.

Tuttavia, in entrambe si riscontrano fenomeni opposti di vitalità e di staticità, di riqualificazione e di degrado, di consumo e di povertà, di attrazione e di paura. In entrambe il centro ha perso la sua centralità ma continua ad essere vivace proprio perché sopravvive la strada marginale, quella "sotto casa", ovvero la strada che, pur non assolvendo alle centrali funzioni dell'attraversamento e della circolazione dei beni e delle persone imposte dalla città moderna, è importante per chi la "vive", di giorno o di notte. Ma in entrambe, le nuove culture del consumo, in cui il gioco e lo spettacolo sono una componente fondamentale, incominciano a coesistere con la complessiva quotidianità dei loro vecchi e nuovi abitanti, quotidianità fatta di incontri, di passioni, di desideri e di incertezze.

L'obiettivo è quello di offrire le vecchie strade - attraverso i numeri, le mappe del mutamento, le norme, le fotografie di ieri e di oggi - come specchio in cui la città riflette (su) se stessa, come luogo di formazione e di proiezione di un insieme di immagini antiche e nuove, come ambito materiale che si trasforma in risorsa culturale tanto più ricca quanto più rappresentativa dell'intera città.

Antonietta Mazzette è professore associato di Sociologia Urbana e Rurale nella facoltà di Scienze Politiche dell'Università degli studi di Sassari. Collabora con il Centro per lo studio della moda e della produzione culturale dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Tra le sue pubblicazioni: Metamorfosi dello spazio (Sassari 1990); L'esile ambiente (Milano, 1994); La città immaginaria (Milano, 1997); La città che cambia (Milano, 1998).

Emanuele Sgroi è professore ordinario di Sociologia Urbana nella facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Palermo. È docente stabile alla Scuola Superiore di Pubblica Amministrazione a Roma. Tra le sue pubblicazioni: La questione ambientale da allarme a progetto (Napoli, 1991); L'educazione alla politica (Roma, 1993); Mal di città (Milano, 1997); La città nel XX secolo: il successo infelice (Roma, 1999).

Indice


Antonietta Mazzette, Emanuele Sgroi , Presentazione
Emanuele Sgroi , I centri storici in Italia: antiche e nuove centralità
Antonietta Mazzette , La strada come luogo di osservazione della città e dei suoi centri
Parte I. Palermo
Emanuele Sgroi , Il centro storico di Palermo: luoghi del mito e luoghi del progetto
Giulio Gerbino , Abitare il centro storico: le principali tendenze demografiche
Angela La Barbiera , Percorsi di paura e percorsi di desiderio: Piazza Magione e dintorni
Giulio Gerbino , Strade di commerci: Via Calderai tra notte e giorno
Parte II. Sassari
Luigi Bua , Il centro storico di Sassari: chi c'era, chi c'è, chi ci sarà
Piero Borelli , Il patrimonio edilizio del centro: sperimentazione di un indice
Antonietta Mazzette , Strade del centro e cultura del consumo
Camillo Tidore , Strade della povertà: il caso di Via Lamarmora
Domenica Dettori , Appendice documentaria. Interventi normativi in materia di centri storici