Le molestie sessuali nei luoghi di lavoro

Usa, Europa, Italia

Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 208,      1a edizione  2000   (Codice editore 623.31)

Le molestie sessuali nei luoghi di lavoro. Usa, Europa, Italia
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846423191

Presentazione del volume

Parlare delle molestie sessuali è spesso sgradevole; d'altra parte è l'unico modo per far uscire una violazione grave della libertà delle donne dal silenzio, dal non detto. Le molestie infatti sono diventate socialmente visibili quando sono state definite giuridicamente, quando sono diventate un illecito giuridico, quando il diritto le ha definite come tali; prima non erano riconosciute nemmeno dalle vittime.

In questo volume sono raccolti gli interventi e il dibattito del convegno "Le molestie sessuali nei luoghi di lavoro" tenutosi il 15 e 16 gennaio 1999 per iniziativa della Provincia di Milano e del Centro di Studio e Ricerca Donne e Differenze di Genere di Milano. La Provincia di Milano sperimentava da tre anni la presenza di una "consigliera di fiducia" al suo interno. Proprio da questa esperienza è nata l'esigenza di un convegno in cui si potesse riflettere su cosa significa intervenire sulle molestie sessuali.

Quando si entra sul terreno concreto infatti ci si imbatte sempre in casi di notevole complessità; salta all'occhio la trama di insofferenza e disagio, di piccola prevaricazione e difesa di privilegi (anch'essi piccoli, ma tenacemente difesi) che fa da sfondo a queste vicende. Un humus culturale ed organizzativo in cui il disagio prospera e la molestia sessuale è solo l'apice di un iceberg sommerso di cattivi rapporti. Se si trascurano, infatti, per un attimo gli esiti più gravi e definiti, che cos'è la molestia sessuale se non l'incapacità di entrare nel gioco delle relazioni sessuate tra donne e uomini con grazia e maturità, l'incapacità di esprimere il desiderio senza venir meno al rispetto fondamentale dell'altro, della sua cultura e sensibilità prima ancora che della sua volontà?

Avere a disposizione diverse ricerche condotte nei Paesi europei e poter interagire con il punto di vista degli Stati Uniti permette di leggere attraverso una lente unificante le diverse situazioni. E da questa lettura trasversale emergono alcuni punti problematici ancora aperti. Prima di tutto, un problema di definizione. Ha senso pensare a degli standard, a qualcosa di oggettivo cui si possa fare riferimento? E conseguentemente: chi opera questa definizione? Che spazio hanno le diverse culture nella percezione e quindi nella individuazione dei comportamenti molesti?

E sulla possibilità di intervento: è un comportamento sanzionabile? Come? O è da privilegiare un intervento culturale? Inoltre la legge (e quale legge?) in che modo rafforza la possibilità di risposta delle donne?

Indice


Ada Grecchi , Presentazione
Pina Madami , L'esperienza della Provincia di Milano. Perché un convegno
Parte I. Le molestie sessuali nel dibattito internazionale
Marzia Barbera , Molestie e diritti individuali
Ronnie Steinberg , Il caso americano
Greetje Timmerman , Una ricerca sulle molestie sessuali nel Nord-Ovest d'Europa
Carmen Alemany , Le molestie sessuali nel Sud Europa: un problema irrisolto
Myriam Bergamaschi , Il dibattito sulle molestie sessuali in Italia
Marina Piazza , Alcune riflessioni sulle ricerche
Maria Giuseppina Muratore , I risultati della ricerca italiana sulle molestie sessuali
Interventi al dibattito del convegno
Parte II. Perché una legge?
La proposta di legge Smuraglia, "Norme per la tutela della dignità e libertà della persona che lavora, contro le molestie sessuali nei luoghi di lavoro"
La tavola rotonda sulla proposta di legge Smuraglia
Nyranne Moshi
(a cura di), Le molestie sessuali sui luoghi di lavoro nella giurisprudenza italiana
Appendice - (Il Codice di condotta della Provincia di Milano; La Risoluzione del Parlamento europeo sulla violenza contro le donne; La Risoluzione del Consiglio europeo sulla tutela della dignità degli uomini e delle donne nel mondo del lavoro; La Raccomandazione della Commissione europea sulla tutela della dignità delle donne e degli uomini sul lavoro; La Dichiarazione del Consiglio europeo relativa all'applicazione della Raccomandazione della Commissione; La Risoluzione del Parlamento europeo sulla designazione di un consigliere nelle imprese).