Il recupero dei ricordi di abuso. Ricordi veri o falsi?
 
Autori e curatori: Joseph Sandler, Peter Fonagy
Collana: Psicoanalisi contemporanea: Sviluppi e prospettive - Metodologia, teoria e tecnica psicoanalitica
Argomenti: Psicopatologie e tecniche per l'intervento clinico - Psicoanalisi e psicologia dinamica
Dati
bibliografici:
pp. 144,   figg. 1,   2a ristampa 2018,  1a edizione   2002  (Cod.1215.1.11)
 
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,00
Disponibilità: Discreta
Codice ISBN 10: 8846438450
Codice ISBN 13: 9788846438454
 
Presentazione
del volume:

Psicologia cognitiva e psicoanalisi non possono sottrarsi alla necessità di uno scambio interdisciplinare soprattutto sul tema del recupero dei ricordi. I clinici non possono non riconoscere la loro ignoranza su molti aspetti della memoria studiati dagli psicologi cognitivi, e questi ultimi troppo spesso non sono in grado di comprendere il materiale presentato dai pazienti nelle stanze d'analisi.

Questo eccellente libro affronta il tema specifico della validità o meno del recupero dei ricordi di un abuso. Lawrence Weiskrantz focalizza l'attenzione sugli assunti fuorvianti che sono alla base delle valutazioni sui ricordi recuperati. John Morton illustra vari modelli attuali di memoria, indicando i possibili meccanismi per cui alcuni ricordi riemersi possono essere falsi e altri genuini. Valerie Sinason dà prova della sua capacità d'ascolto di ciò che è intollerabile, attraverso un articolato resoconto sull'emergere di comunicazioni di abuso nella psicoterapia infantile.

La seconda parte presenta una discussione tra Joseph Sandler e Anne-Marie Sandler sull'approccio psicoanalitico al tema del recupero dei ricordi, seguita da una rassegna dettagliata di Peter Fonagy e Mary Target che presentano e discutono alcune delle concettualizzazioni più sofisticate rinvenibili nell'attuale dibattito sul questo tema in relazione alla tecnica clinica. Questi due contributi finali non solo enfatizzano la natura costruttiva della memoria, ma affrontano anche la questione della essenziale inaccessibilità delle memorie infantili, poiché i ricordi dell'adulto sulla propria infanzia sono mediati dalle aspettative interpersonali, cioè i ricordi (o fantasie) impliciti che organizzano la nostra ricostruzione conscia ed esplicita dell'infanzia.

Un libro dunque fondamentale, e non solo per i clinici.

Scritti di : Fonagy Peter, Morton John, Rayner Eric, Sandler Anne-Marie, Sandler Joseph, Sinason Valerie, Weiskrantz Lawrence, Lussana Francesca (traduzione), Mollon Phil (introduzione).

Peter Fonagy è Freud Memorial Professor di psicoanalisi e direttore del sotto dipartimento del Clinical Health Psychology all'University College di Londra. È direttore di ricerca all'Anna Freud Centre di Londra e direttore del Child and Family Center alla Menninger Foundation, Kansas. È uno psicologo clinico e analista didatta alla Società psicoanalitica britannica. I suoi interessi di ricerca includono lo studio dei risultati della psicoterapia psicoanalitica e l'impatto della primissima relazione genitore-bambino sullo sviluppo della personalità. È autore di oltre 170 capitoli e relazioni, co-autore e curatore di cinque libri ed è membro della British Association. È vice-presidente dell'International Psychoanalytical Association ed è l'attuale presidente del suo comitato di ricerca. Fa parte del consiglio esecutivo della World Association of Infant Mental Health.

Joseph Sandler ha conseguito il suo dottorato in psicologia all'Istituto di psichiatria di Londra. In seguito ha portato avanti i suoi studi medici all'University College. È analista didatta alla Società psicoanalitica britannica ed è stato presidente dell'International Psychoanalytical Association e della European Psychoanalytic Federation. Ha ricoperto l'incarico di curatore capo del British Journal of Medical Psychology , dell' International Journal of Psychoanalysis e dell' International Review of Psychoanalysis . È stato professore incaricato di psicopatologia all'Academic Unit of Psychiatry, Middlesex Hospital Medical School e professore incaricato all'Istituto di psichiatria di Londra. È divenuto il primo titolare del Sigmund Freud Chair di psicoanalisi all'Università Ebraica di Gerusalemme ed è stato in seguito nominato Freud Memorial Chair all'UCL. Dal 1956 al 1979 ha lavorato in stretto contatto con Anna Freud alla Hampstead Clinic (ora Anna Freud Centre). Ha pubblicato numerosi articoli e libri di psicoanalisi e argomenti affini e gli è stato recentemente assegnato il Sigourney per eminenti contributi alla psicoanalisi.

Indice:


Peter Fonagy, Joseph Sandler , Prefazione
Phil Mollon , Introduzione
Lawrence Weiskrantz , Ricordi di abuso o abuso di ricordi?
John Morton , Prospettive cognitive sui ricordi recuperati
(La memoria normale; Sono possibili i falsi ricordi?; Come avviene il recupero dei ricordi; Le registrazioni intestate. Un modello cognitivo di memoria; Si può modificare il ricordo?; Intestazioni e descrizioni; Ciò che distingue il proprio passato; "Lumberjack". Il ruolo del sé nel richiamo; Personalità multipla-sé multiplo; Il DPM e i ricordi recuperati; Conclusioni)
Valerie Sinason , Ricordare in terapia
(1° Caso: David; 2° Caso: Mary; 3° Caso: Steven; 4° Caso: Habib; Studi sulla memoria)
Joseph Sandler, Anne-Marie Sandler , Una teoria psicoanalitica della rimozione e dell'inconscio
(Il problema concettuale; Una fonte di confusione; Confusione e peggio ancora, confusi; Un tentativo di chiarimento; Una lettura della rimozione; Implicazioni per l'interpretazione, la costruzione e la ricostruzione; Conclusioni)
Peter Fonagy, Mary Target , Prospettive nel dibattito sui ricordi recuperati
(La memoria umana; Alcuni concetti sulla memoria; Il ricordo di un trauma; Il sistema di memoria involontario o implicito; La suggestionabilità dei ricordi; Meccanismi cognitivi presenti nelle distorsioni di memoria; Prove dirette riguardanti il recupero dei ricordi di abuso infantile; Ricerche retrospettive con i terapeuti; La popolazione dei pazienti; Ricerche sulla popolazione; Ricerche in prospettiva; Il ricordo di un trauma; La realtà fisica e la realtà psichica; Il concetto di rimozione nei modelli di recupero dei ricordi; Dissociazione e ricordo di un trauma; Il pericolo di recuperare falsi ricordi in psicoterapia; Terapie di recupero dei ricordi; Tecniche terapeutiche problematiche; Affrontare la richiesta di conferma; Alcune possibili soluzioni del dibattito; Verità storica contro verità narrativa; La gamma dei ricordi infantili traumatici; Alcuni consigli pratici; Il ruolo della memoria in psicoterapia; Implicazioni per la discussione)