LIBRI DI ALBERTO VITO

Alberto Vito

Psicologi in ospedale

Percorsi operativi per la cura globale di persone

Il volume descrive le attività di psicologi in diversi reparti ospedalieri e afferma il diritto a una cura che comprenda anche la sofferenza psicologica. Un testo rivolto a psicologi ma anche a medici, operatori e, altresì, a manager e direttori ospedalieri, per confrontarsi in un dialogo pluridisciplinare con un modello e un’esperienza operativa originale.

cod. 1250.235

Alberto Vito

La perizia nelle separazioni.

Guida all'intervento psicologico

Il volume vuole essere un supporto didattico utile per arricchire le competenze dello psicologo giuridico, suggerendo anche modalità operative per redigere relazioni peritali. L’auspicio è che tale contributo possa servire alla formazione di operatori sempre più competenti e alla promozione di una cultura per una separazione più mite e rispettosa, che sappia riconoscere la forza della mediazione, dell’ascolto e dell’autocritica in luogo delle affermazioni di potere, delle rivendicazioni e delle accuse.

cod. 1305.104

Antonio Giordano, Francesca Laudato

Ospedale ospitale.

Dall'esperienza del medico che si ammala al progetto di una Cura centrata sulla Persona. Il percorso dell'Ospedale Cotugno di Napoli

Un percorso che ha l’andamento di una parabola: dall’impatto emotivo forte delle testimonianze personali, agli aspetti organizzativi, economici e progettuali di struttura, per giungere, attraverso le nuove tecnologie, alla filosofia del “medico umanista”.

cod. 1350.36

Antonietta Mariniello, Giuseppe Cardini, Alberto Vito, Fabrizio Starace

Aspetti relazionali e comportamenti di salute in coppie eterosessuali con infezione da HIV

PSICOLOGIA DELLA SALUTE

Fascicolo: 3 / 2002

Obiettivi: Valutazione, nella coppia con HIV, delle dinamiche relazionali e dei processi decisionali in materia di riproduzione e genitorialità; valutazione dell’associazione tra le modalità di funzionamento della relazione di coppia, la presenza di sintomi depressivi e/o ansiosi ed i comportamenti preventivi e di aderenza ai protocolli terapeutici. Metodi: Studio quali-quantitativo condotto in un campione di 59 soggetti: 11 coppie siero-discordanti, 11 coppie siero-concordanti, 15 soggetti senza relazioni affettive stabili. L’indagine qualitativa è stata condotta mediante un’intervista semistrutturata comprendente sei aree te¬matiche. L’indagine quantitativa è stata condotta applicando i seguenti strumenti di valutazione: DAS, SDS, SAS, QCS, QAT. Risultati: Nel 90% del campione è stato rilevato un forte desiderio di procreazione. L’adat¬ta¬mento coniugale risultava inversamente correlato alla presenza di sintomi depressivi (p<0.01) e ansiosi (p<0.01). È emersa un’associazione significativa tra alti livelli di adattamento co¬niugale e alta frequenza dell’uso del preservativo (p<0.05), nonostante nel 70% dei casi si sia osservata una scarsa adesione alle norme profilattiche. È emersa una migliore aderenza ma anche livelli di ansia più elevati nelle coppie siero-discordanti; i single presentavano livelli di depressione più alti; nelle coppie HIV-concordanti le donne erano più aderenti dei propri partner. Conclusioni: È urgente la definizione di modelli psicoeducativi e di supporto destinati alla persona HIV+ e al suo contesto affettivo e relazionale per migliorare i processi decisionali in materia di riproduzione e l’adesione alle norme profilattiche e alle cure mediche.

Giancarlo Francini, Alberto Vito

Terapia familiare con famiglie adottive. Quando il paziente designato è un adolescente adottivo

TERAPIA FAMILIARE

Fascicolo: 70 / 2002

Il ciclo di vita della famiglia adottante è caratterizzato da tappe significative accompagnate da forti reazioni emotive, che rendono più complessa la storia familiare. Molto spesso la reciproca integrazione avviene perfettamente, ma in taluni casi questo processo subisce dei rallentamenti. L’abbandono subito nella prima infanzia e la separazione dal proprio contesto di vita sono esperienze primarie per i figli adottivi, che possono condizionare il rapporto con i genitori adottivi, in modo particolare durante la fase adolescenziale. L’approccio relazionale permette di inquadrare l’evento adozione in una storia il cui intreccio costituisce la struttura emotiva della famiglia. Mediante esemplificazioni cliniche, suggeriamo alcuni obiettivi terapeutici e presentiamo le strategie operative con cui sono stati condotti alcuni interventi con tali famiglie.

Pasquale Chianura, Luigi Schepisi

Le relazioni e la cura.

Viaggio nel mondo della psicoterapia relazionale

Il mondo della psicoterapia relazionale, a poco più di trenta anni dalla sua comparsa in Italia, ha conosciuto importanti trasformazioni. Questo libro si propone di esserne un testimone privilegiato, ospitando i contributi di molti tra i principali esponenti di tale approccio. Oltre alle tematiche cliniche “classiche” della terapia familiare, il testo sviluppa un’attenzione ai nuovi modelli e alle nuove strutture relazionali, e introduce nell’indagine la nuova, nella realtà italiana, attenzione verso i “migranti”.

cod. 1249.2.5