LIBRI DI FRANCO BORGOGNO

Franco Borgogno, Alberto Luchetti

Il pensiero psicoanalitico italiano.

Maestri, idee e tendenze dagli anni '20 ad oggi

Il libro fornisce una guida comprensiva della psicoanalisi italiana degli ultimi decenni, relativamente agli sviluppi teorici e ai progressi clinici più rilevanti, con particolare enfasi su temi quali il transfert, il trauma, gli stati primitivi della mente e la metapsicologia, sui quali il pensiero psicoanalitico italiano ha dato contributi particolarmente significativi. Una lettura utile sia per studenti interessati a conoscere i temi della psicoanalisi in Italia, sia per analisti esperti che vogliano approfondire la teoria e la tecnica analitica italiana.

cod. 1215.1.42

Irene Ruggiero, Nicolino Rossi

La relazione psicoanalitica.

Contributi clinici e teorici

Il volume raccoglie contributi, italiani ed esteri, sul tema della relazione analitica, tema che si è sviluppato e progressivamente imposto negli ultimi decenni in tutto il panorama psicoanalitico mondiale, ma ha avuto in Italia uno sviluppo autonomo e originale.

cod. 1215.1.43

Carlo Bonomi, Franco Borgogno

Il simbolo rotto: la paura della mente dell'altro nella storia sombolica dell'individuo

PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE

Fascicolo: 1 / 2006

Il bambino acquisisce il pensiero simbolico nell’ambito del processo di esplorazione della mente dei genitori e nell’esperienza di ritrovare i propri stati interni rispecchiati nella mente dell’Altro significativo. Se gli stati mentali dei genitori sono troppo opprimenti, possono generare nel bambino un’intensa paura della mente che interferisce con lo sviluppo delle strutture e funzioni simboliche sia promuovendo l’incorporazione di un oggetto sentito come “corpo estraneo”, sia determinando nei casi estremi un ritiro completo dalla realtà psichica. In quest’ultima situazione per avviare una simbolizzazione che consenta al paziente di farne uso e di esserne cosciente deve essere rianimato un processo libidico e vanno ritrovati nell’analisi non solo gli stati mentali interni dell’oggetto, ma anche quelli del paziente-bambino, rimasti non visti e non riconosciuti da un genitore incapace di mettere in parole vitali le emozioni e i pensieri infantili.

Franco Borgogno

Ferenczi e il trauma: una piccola mappa introduttiva

INTERAZIONI

Fascicolo: 2 / 2005

Questo lavoro, frutto di una lunga rilettura degli scritti di Ferenczi e di molti anni di esperienza clinica, intende tracciare una mappa dei principali punti del suo pensiero rispetto al trauma. Vengono presi in considerazione i seguenti aspetti: la dinamica del trauma (le introiezioni patogene, i processi di dissociazione, la non rappresentabilità psichica dei real life events vissuti e introiettati), l’eziologia del trauma (i fraintendimenti e le omissioni di soccorso dei caregivers come fonte di sofferenza mentale e di severa patologia), i fattori mutativi elettivi nel trattamento del trauma (la ripetizione-riproduzione delle vicende traumatiche nell’hic et nunc e nella lunga onda del processo terapeutico, e la loro lenta elaborazione in un contesto interpsichico diverso).

Simona Argentieri, Franco Borgogno, Nicoletta Cinotti, Jan de Viller, Roberto Speziale-Bagliacca

Dibattito sul libro di Roberto Speziale-Bagliacca. Ubi maior. Il tempo e la cura delle lacerazioni del sé

PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE

Fascicolo: 4 / 2005

Due psicoanalisti, uno storico delle idee e una analista bioenergetica, rivolgono domande a Roberto Speziale-Bagliacca in occasione dell’uscita del suo ultimo saggio, Ubi maior. Il tempo e la cura delle lacerazioni del Sé (Roma: Astrolabio, 2004), che tratta di argomenti teorici ma anche tecnici che riguardano la psicoanalisi come terapia. Uno dei temi centrali concerne il fatto che per l’autore l’unità del Sé non può essere ottenuta preservando l’oggetto buono (come suggeriva Melanie Klein) o l’oggetto idealizzato (come nelle manifestazioni di marca religiosa), ma scoprendo giorno dopo giorno l’oggetto reale, ossia i lati positivi assieme a quelli negativi delle persone significative della vita d’ognuno. La redazione per uniformare gli interventi tra i temi del libro ha scelto quello della strategia, termine con il quale si intende la scelta delle decisioni migliori per ottenere il risultato terapeutico desiderato, che per l’autore è l’unità del Sé.

Maria Pierri, Agostino Racalbuto

Maestri e allievi

Trasmissione del sapere in psicoanalisi

cod. 1217.1.5