LIBRI DI PIERLUIGI DE FELICE

Maria Gemma Grillotti Di Giacomo, Pierluigi De Felice

In attesa dei risultati dell’ultimo Censimento generale dell’agricoltura. Come utilizzare i dati aderendo alla realtà territoriale: riflessioni di

RIVISTA GEOGRAFICA ITALIANA

Fascicolo: 3 / 2021

L’ultimo Censimento decennale dell’agricoltura italiana: verso un’informazione più immediata o più astratta?  Nel primo semestre 2021 si è svolto il 7° Censimento generale dell’agricoltura italiana, l’ultimo caratterizzato – come i precedenti – da intervalli intercensuari a cadenza decennale e da un rilevamento diretto che ha coinvolto ciascuna e tutte le aziende presenti sul territorio nazionale.La disponibilità di migliori e più agevoli strumenti informatici di comunicazione e di informazione ha consigliato – e consentirà d’ora in poi – al nostro Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT) di fare a meno del questionario cartaceo, permettendo così di raggiungere con maggiore immediatezza le unità produttive da intervistare e di accedere in tempi, assai più brevi che nel passato, ai dati raccolti in oltre un milione e 700 mila aziende agricole italiane. I primi risultati saranno, infatti, già disponibili nell’autunno dello stesso anno 2021 e quelli definitivi nella primavera del 2022. Si tratta di un salto di qualità che per un verso favorisce il contatto diretto dei rilevatori con gli operatori agricoli e per altro verso offre la possibilità di consultazioni rapide, facilitando così una più tempestiva messa a punto degli interventi politico-amministrativi destinati alle nostre campagne.

Maria Gemma Grillotti Di Giacomo, Pierluigi De Felice

I predatori della terra

Land grabbing e land concentration tra neocolonialismo e crisi migratorie

Questa nuova edizione del volume dedica ampio spazio agli effetti prodotti dall’accaparramento fondiario sia nei Paesi predatori che nei Paesi preda e dimostra, attraverso la metodologia GECOAGRI LANDITALY, che land grabbing e land concentration, pur non essendo “facce della stessa medaglia”, hanno uguali radici e potranno trovare una soluzione comune.

cod. 1387.63.1

Andrea Forni, Pierluigi De Felice, Pasquale Regina, Nicola Colonna

La valutazione del potenziale da biomassa: una nuova metodologia per una pianificazione energetica sostenibile

SCIENZE REGIONALI

Fascicolo: 2 / 2015

Le fonti di energia rinnovabili possono rappresentare un motore di sviluppo locale. È necessario, però, approntare una pianificazione che sia sostenibile, attenta ai quadri ambientali, paesaggistici, sociali e, nel contempo, capace di valutare le potenzialità energetiche del territorio. Il presente contributo avvalendosi di una metodologia che tiene conto delle vocazioni territoriali si propone di valutare il potenziale da biomassa attraverso l’ausilio di un software (agrires) al fine di offrire una esemplificazione di pianificazione energetica sostenibile a scala locale, in un territorio marginale, come quello della collina interna della Campania settentrionale in provincia di Caserta, al confine con il Lazio, svantaggiato economicamente e fragile da un punto di vista sociale malgrado le tradizionali esperienze di pianificazione applicate nei decenni passati.