LIBRI DI SANDRO STANZANI

La ricerca ha estratto dal catalogo 32 titoli

Terri Mannarini

Comunità e partecipazione

Prospettive psicosociali

Il volume, progettato sia per scopi didattici sia per finalità di approfondimento, declina il tema della partecipazione in una dimensione comunitaria, delineando un approccio psicosociale ai processi partecipativi che trova nella comunità territoriale sia il luogo fisico in cui essi possono esplicarsi e produrre i propri effetti, sia una delle loro radici.

cod. 1240.228.1

Anna Maria Meneghini, Sandro Stanzani

La risposta degli italiani all’appello del volontariato per l’emergenza COVID-19

PSICOLOGIA DI COMUNITA’

Fascicolo: 1 / 2021

Situazioni di emergenza mobilitano gli individui all’aiuto alla comunità. Per esplorare se tra i fattori facilitanti vi siano il grado di cultura civile, il senso di comunità territoriale, ma soprat-tutto le pregresse esperienze di volontariato continuativo e/o episodico, è stata condotta una survey su un campione rappresentativo di italiani (n = 1011), tenendo conto del coinvolgimen-to dei partecipanti in iniziative di volontariato per l’attuale emergenza sanitaria. I risultati mo-strano che più del 30% degli italiani ha aderito ad un’iniziativa di volontariato attivata in risposta all’emergenza COVID-19. Inoltre è emersa la presenza di "un patrimonio di cultura civile" che trova canali di espressione e di messa in pratica in modo particolare attraverso l’impegno nel volontariato episodico, piuttosto che attraverso quello continuativo (tradizionale).

Sandro Stanzani

Bisogni delle famiglie e servizi educativi per l’infanzia

Una ricerca nel Comune di Mantova

Il volume affronta il tema dei bisogni emergenti delle famiglie con figli in età 0-5 e dell’innovazione dei servizi educativi per la prima infanzia, presentando dati di ricerca empirica quantitativa su prima infanzia e servizi nel comune di Mantova. Un testo per gli operatori del settore e quanti tra i ricercatori sociali sono interessati ai temi emergenti dell’innovazione nei servizi di welfare.

cod. 1589.15

Anna Maria Meneghini, Sandro Stanzani

Risvolti delle esperienze di volontariato continuativo ed episodico nei giovani italiani

PSICOLOGIA DI COMUNITA’

Fascicolo: 1 / 2019

In un campione rappresentativo di giovani italiani (emerging adults), lo studio indaga la partecipazione attraverso due modalità di fare volontariato: volontariato continuativo ed episo-dico. Inoltre, considerando la presenza o meno di esperienze di volontariato, vengono analizza-te le relazioni con i livelli dell’impegno civico, la fiducia, l’atteggiamento verso la politica e il benessere soggettivo. Ne emerge il quadro di una generazione impegnata (il 72.6% ha espe-rienze di volontariato) sia nel volontariato continuativo sia, quasi in ugual misura, nella forma episodica. I risultati portano ad ipotizzare un processo di innovazione e di flessibilizzazione delle modalità di partecipazione e di impegno civico, così come delle forme di partecipazione al volontariato.

Luigi Tronca, Domenico Secondulfo

Secondo rapporto dell'Osservatorio sui consumi delle famiglie.

Il consolidamento dei nuovi profili di consumo

Questo secondo Rapporto di ricerca dell’Osservatorio sui consumi delle famiglie vuole offrire una panoramica dei consumi e delle strategie familiari di acquisto delle famiglie e dei consumatori residenti in Italia. Il testo si focalizza in particolare sui tratti salienti del nuovo consumatore forgiato dalla crisi economica, sia riguardo ai punti vendita, sia riguardo alle strategie di acquisto.

cod. 1589.14

Domenico Secondulfo, Sandro Stanzani

Le famiglie veronesi oltre la crisi economica

L’Osservatorio sui Consumi delle Famiglie propone, a distanza di quattro anni, una nuova rilevazione sui consumi e gli stili di vita delle famiglie veronesi. Scopo della ricerca è analizzare le differenze degli indicatori economici locali che s’intrecciano con gli stili di consumo dei cittadini, cercando di prefigurare un orizzonte del consumo delle famiglie veronesi che vada oltre la crisi.

cod. 1589.11

Sandro Stanzani

La dimensione etica e il problema della specificità del terzo settore

SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI

Fascicolo: 1 / 2016

After the "glorious 20s" at the end of the last century, the social sciences have arguably lost their trust in the possibility of defining a theory concerning the existence of the third sector. Having lost its political innocence (Kendall) the concept of the third sector seems to have become a strategic unity (Alcock), used firstly by policy makers to privatize social services and secondly by third sector entrepreneurs to gain room in the quasi-markets of social policies. It therefore seems impossible to define a specific field of social action for the sector (Macmillan), and much less to find an ethical specificity of the sector. The author, by analyzing the recent literature, discusses three different perspective on the third sector. A first perspective denies any possibility of existence of a separate sector of society characterized by ethical aims. The second perspective reduces the ethical attitude of the third sector to a narrative used to conceal material interests. While the third perspective attributes to the social relationships sustained by this sector the possibility to generate ethical attitudes.

Il volume assume l’attuale condizione economica come banco di prova per analizzare la relazione esistente tra i concetti di salute-benessere e le risorse a disposizione degli individui. Attraverso dati di ricerca empirica quantitativa rilevati, negli anni dal 2009 al 2013, su campioni della popolazione italiana, il volume propone un’analisi di tipo descrittivo ed esplicativo circa i nessi tra le risorse economico-sociali e il benessere soggettivamente percepito.

cod. 1589.4

Maurizio Ambrosini

Volontariato post-moderno.

Da Expo Milano 2015 alle nuove forme di impegno sociale

Oltre 4.000 persone, in gran parte giovani, hanno partecipato come volontari al grande appuntamento milanese di EXPO 2015. Questa ricerca ne ha approfondito i caratteri biografici, le motivazioni, le modalità di contatto con la proposta, i livelli di soddisfazione, le disponibilità all’impegno nel futuro. Ne è emerso il profilo di un volontariato post-moderno, non necessariamente contrapposto a quello continuativo e mediato da appartenenze associative, ma più propenso a forme d’impegno flessibili, concentrate nel tempo, scarsamente formalizzate.

cod. 1130.326

Luca Mori, Sandro Stanzani

Crisi e consumi a Verona.

Indagine dell'Osservatorio sui Consumi delle Famiglie

Presentando i risultati dell’indagine “Le famiglie veronesi di fronte alla crisi economica”, il volume si propone d’illustrare le conseguenze che la difficile situazione economica ha comportato sulle strutture dei consumi nella città scaligera.

cod. 1589.2

Obiettivo del volume è analizzare le politiche sociali e le loro implicazioni per quanto attiene al tema dei diritti sociali di cittadinanza, con particolare riferimento a tre aree prioritarie (famiglia e infanzia, invecchiamento attivo, immigrazione), al fine di individuare principi, metodologie e pratiche innovative, nonché gli esiti prodotti nei contesti sociali.

cod. 1534.2.39

Ivo Colozzi

Dal vecchio al nuovo welfare.

Percorsi di una morfogenesi

Il contributo del comitato scientifico della Sezione Politica sociale dell’Associazione Italiana di Sociologia al dibattito sul rinnovamento del welfare state italiano, con particolare riferimento all’ambito dei servizi e degli interventi sociali territoriali.

cod. 1534.2.36

Giovanna Russo

La società della wellness.

Corpi sportivi al traguardo della salute

Il volume indaga la relazione fra wellness, corpo e attività motorie con l’obiettivo di far emergere sfide e complessità di un approccio al benessere che concepisce lo sport come “piattaforma relazionale” per gli individui, nonché luogo strategico dell’identità individuale e dei suoi mutamenti.

cod. 1569.3

Domenico Secondulfo

Sociologia del benessere.

La religione laica della borghesia

Il volume raccoglie una serie di contributi che tracciano l’evoluzione dell’idea di benessere e la sua articolazione attuale, con lo scopo di far nascere un’attenzione in positivo sui modi di star bene e meglio, che via via l’uomo inventa.

cod. 1047.13

Pierpaolo Donati, Ivo Colozzi

Il valore aggiunto delle relazioni sociali

I risultati di una ricerca PRIN (2007), intitolata Reti societarie, capitale sociale e valorizzazione dei beni pubblici, che ha avuto l’obiettivo di analizzare sul piano quantitativo e qualitativo come il capitale sociale contribuisca a valorizzare i beni pubblici. I contributi presentati danno indicazioni su come intendere e misurare il capitale sociale e i beni che esso produce.

cod. 1534.4.28

Paola Di Nicola, Sandro Stanzani

Forme e contenuti delle reti di sostegno.

Il capitale sociale a Verona

Il volume vuole delineare, attraverso un’indagine sociologica, una mappatura attendibile della distribuzione delle risorse sociali legate alla presenza di relazioni nel comune di Verona. Il testo presenta una ricerca svolta su un campione rappresentativo della popolazione veronese, proponendo uno studio della distribuzione del capitale sociale attraverso l’applicazione integrata delle tecniche classiche di ricerca quantitativa e delle tecniche di analisi dei reticoli sociali.

cod. 1534.2.33

Paola Di Nicola, Sandro Stanzani

Reti di prossimità e capitale sociale in Italia

La complessa tematica della rilevanza delle reti di prossimità in Italia, attraverso l’analisi della capacità delle reti comunitarie di rappresentare una fonte, più o meno diretta, di capitale sociale per gli individui. A partire da dati rilevati su un campione rappresentativo della popolazione italiana, il testo studia le relazioni tra caratteristiche delle reti di prossimità e capitale sociale.

cod. 1534.2.26