LIBRI DI TULLIO SCRIMALI

Tullio Scrimali

Psicoterapia tra creatività e scienza

PSICOBIETTIVO

Fascicolo: 1 / 2017

L’autore risponde, alla luce della proprio esperienza di ricerca, clinica e didattica, ai seguenti sei quesiti, proposti dalla redazione di Psicobiettivo: 1) La psicoterapia può essere considerata, sia un processo di tipo creativo, che l’attuazione di una metodologia di intervento terapeutico, più o meno standardizzata. In riferimento al tuo modello teorico e alla tua esperienza personale, quale ritieni sia l’importanza ed il ruolo di questi due aspetti del lavoro psicoterapeutico? 2) Ritieni che la creatività, che può manifestarsi nella psicoterapia, sia da attribuire prevalentemente al paziente, al terapeuta o al sistema terapeutico nel suo complesso? 3) Qual è o dovrebbe essere, secondo la tua esperienza, ed il tuo modello teorico di riferimento, il ruolo della formazione scientifica per chi svolge la professione di psicoterapeuta? 4) In che misura ritieni che i contributi teorici e sperimentali forniti dalla ricerca neuroscientifica abbiano contribuito a modificare la teoria e la pratica del lavoro psicoterapeutico? 5) Ritieni che creatività e scienza siano due aspetti che si integrano reciprocamente nell’esperienza psicoterapeutica o li consideri come le due polarità di un conflitto difficilmente risolvibile? 6) Potresti fornire un’esemplificazione clinica nella quale si siano manifestate queste tematiche? Un tentativo di sintesi, da parte dell’autore, in merito alla dialettica tra creatività e rigore metodologico in psicoterapia, viene affrontato e risolto in favore di un approccio integrativo, basato su una epistemologia della complessità. L’autore propone un metodo protocollare e strutturato in terapia cognitiva, applicato tuttavia in modo creativo e flessibile. Nell’articolo, Tullio Scrimali descrive il percorso storico di sviluppo di tale modello complesso, attuato presso l’Università di Catania, la Scuola Aleteia di Enna ed il Centro Clinico Aleteia di Catania.

Tullio Scrimali, Sebastiano Maurizio Alaimo

Dal sintomo ai processi.

L'orientamento costruttivista e complesso in psicodiagnostica

La formulazione della “diagnosi” costituisce un processo cruciale in ambito medico e psicologico. Il volume descrive un nuovo orientamento sistemico-processuale complesso, che gli autori propongono di sostituire a quello della diagnosi nosografica, da riservare solo a finalità statistiche, piuttosto che cliniche. Accanto a strumenti classici, quali il Minnesota Multiphasic Personality Inventory e il test di Rorschach, sono presentati e illustrati numerosi metodi innovativi di assessment.

cod. 1240.234

Tullio Scrimali

Dioniso: alcol e disturbi correlati.

Concettualizzazione e trattamento secondo l'orientamento cognitivo

Il volume descrive un originale modello cognitivo complesso per i disturbi correlati all’alcol, nonché le strategie di prevenzione e di cura, individuate in molti anni di ricerca, di didattica e di lavoro clinico nell’ambito dell’alcologia. Offre informazioni aggiornate ed esaurienti a studenti, ricercatori e operatori della sanità e della salute mentale. Per il suo linguaggio chiaro e discorsivo, il libro più essere utilizzato anche ai fini della psicoeducazione e della informazione nei confronti di persone non addette ai lavori.

cod. 1250.261

Mario Becciu, Stefania Borgo

Spiritualità, benessere e pratiche meditative

Il contributo della psicoterapia, delle neuroscienze e delle tradizioni religiose

Gli studi riguardanti il benessere soggettivo e, particolarmente, il processo di resilienza hanno iniziato solo di recente a riconoscere nella spiritualità una sorta di linfa vitale che conferisce alla persona senso di pienezza, di pregnanza, di connessione agli altri, nonché una straordinaria forza di fronte alle avversità. Il volume raccoglie i contributi che alcuni autori, provenienti da ambiti disciplinari diversi (psicologia, psichiatria, filosofia, teologia, neuroscienze) hanno voluto offrire a questa riflessione.

cod. 1250.254

Tullio Scrimali

Neuroscienze e psicologia clinica.

Dal laboratorio di ricerca al setting con i pazienti

La psicologia clinica ha subìto, negli anni recenti, un notevole processo di sviluppo grazie all’apporto di scienze nuove quali cibernetica, cognitivismo, costruttivismo, teorie dei sistemi complessi e soprattutto le neuroscienze. Questo manuale è il primo che mostra come le teorie e le metodologie delle neuroscienze possano fornire un contributo applicativo concreto alla psicologia clinica.

cod. 1240.1.29

Maria Grazia Castorina

Complessità, conoscenza, cura.

L'approccio costruttivista alla relazione terapeutica

Pensare, sentire, narrare e narrarsi, curare, “comunitare”, sono le dimensioni costitutive dell’essere che si incontrano dentro la relazione terapeutica. Queste stesse dimensioni, dentro il libro, diventano temi di riflessioni larghe che esplicitano, senza mai de-finire, la Terapia Cognitiva Complessa come approccio costruttivista, sistemico, processuale.

cod. 1240.383

Tullio Scrimali

Il vincolo della dipendenza

Un modello cognitivista e complesso per le dipendenze patologiche e la loro terapia

Le dipendenze patologiche costituiscono un gruppo di patologie in costante e allarmante diffusione, caratterizzate da un devastante impatto negativo, a livello personale e sociale. Il volume ne propone un’originale concettualizzazione e un approccio terapeutico.

cod. 1250.172

Tullio Scrimali, Liria Grimaldi

Sulle tracce delle mente

Un approccio costruttivista e complesso in psicofisiologia

cod. 1240.80