Aspetti psicosociali e impulso alla magrezza con particolare riferimento ad adolescenti di sesso femminile

Titolo Rivista: PSICOLOGIA DELLA SALUTE
Autori/Curatori: Saulo Sirigatti, Simona Caiani, Manila Vannucci
Anno di pubblicazione: 2000 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 6 P. Dimensione file: 23 KB
DOI:
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Secondo l’approccio metodologico indicato nell’introduzione, i dati raccolti sono stati elaborati in modo da cogliere il tipo di relazioni psicologiche e sociali che appaiono contraddistinguere gruppi di ragazzi definiti sulla base sia dell’indice di massa corporea (calcolato su dati dichiarati) sia dei punteggi riportati ad una scala tendente a valutare la spinta alla magrezza, la preoccupazione per il proprio peso, nonché il grado di accettazione del proprio corpo. I quattro sottogruppi femminili - identificati mediante tecniche di cluster analysis - hanno mostrato di distinguersi sulla base di caratteristiche di personalità spesso indicate dalla letteratura pertinente, quali correlati di forme subcliniche o indicatori di rischio attinenti a disturbi dell’alimentazione. In particolare, nel gruppo con spinta alla magrezza più elevata, si è notato: una percezione del proprio corpo più negativa, qualche spunto di scoraggiamento, di avvilimento e di confusione, autostima inferiore. Le emozioni, che si associano con i vari atti o momenti dell’alimentazione (quando si ha fame, si mangia e dopo mangiato), sono nettamente più negative in tale gruppo, tanto da far pensare a una possibile linea di approccio per attuare interventi di prevenzione e di trattamento.

    Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (400) Bad Request.

Saulo Sirigatti, Simona Caiani, Manila Vannucci, Aspetti psicosociali e impulso alla magrezza con particolare riferimento ad adolescenti di sesso femminile in "PSICOLOGIA DELLA SALUTE" 2/2000, pp , DOI: