Clicca qui per scaricare

Stare decisis: valore o disvalore?
Titolo Rivista: QUESTIONE GIUSTIZIA  
Autori/Curatori: Carlo Peyron 
Anno di pubblicazione:  2003 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  9 Dimensione file:  47 KB

Certezza del diritto non significa fissità della giurisprudenza; è fisiologico che questa evolva e si adegui ai tempi e l’evoluzione presuppone il discostarsi dal decisum. Nel bilanciamento degli interessi, credo che debba darsi la preferenza al valore dell’autonomia rispetto a quello della certezza del diritto; mi pare un sacrosanto diritto del giudice quello di discostarsi dai precedenti. Vorrei però che questo avvenisse con la consapevolezza dei costi e la conseguente ponderatezza. Dico questo perché sempre salva in ultima istanza la coscienza del singolo giudice non credo che sia un buon giudice quello che rifiuta ogni confronto con i colleghi e pone il suo io come unica regola a se stesso, trascurando i precedenti contrari, gli orientamenti dei colleghi, le reiterate riforme delle sue decisioni.


Carlo Peyron, in "QUESTIONE GIUSTIZIA " 4/2003, pp. , DOI:

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche