Clicca qui per scaricare

Giudizio e soggettività in Emil Lask
Titolo Rivista: RIVISTA DI STORIA DELLA FILOSOFIA 
Autori/Curatori: Massimo Locci 
Anno di pubblicazione:  2003 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  19 Dimensione file:  91 KB

I tratti di discontinutà tra il pensiero di Emil Lask e la scuola del Baden si accentuano nella teoria del giudizio e negli scritti postumi. La rtegione del giudizio appare creata dalla soggettività che vi eserecità la sua attività convenzionale e strumentale, conseguendo esiti scettici. Nel Nachlass la soggettività interpretativa interrome la struttura conflittuale e autoconservativa della vita. Lask non approda alla costruzione di un’ontologia, ma rivendica l’universalità della razionalità kantiana nei confronti del relativismo e della filosofia della vita.


Massimo Locci, in "RIVISTA DI STORIA DELLA FILOSOFIA" 4/2003, pp. , DOI:

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche