Chiedere aiuto in adolescenza. Un confronto tra le rappresentazioni sociali del disagio adolescenziale in gruppi di adolescenti e genitori

Titolo Rivista: PSICOLOGIA DELLA SALUTE
Autori/Curatori: Giovanna Leone, Oriana Schiavoni, Angela Ritiella, Tiziana Mastrovito
Anno di pubblicazione: 2004 Fascicolo: 3 Lingua: English
Numero pagine: 14 P. Dimensione file: 125 KB
DOI:
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Il presente lavoro propone una chiave di lettura del disagio adolescenziale in termini di categoria fluida (Rosch, 1978) poiché, accanto ad aspetti più marcatamente patologici, coesistono aspetti legati alla normale fatica di crescere. Partendo da questa considerazione teorica si è cercato di approfondire le diverse rappresentazioni di adolescenti o adulti, in quanto categorie sociali interessate con un diverso grado di responsabilità al problema (Emiliani, 2003). La ricerca ha, quindi, coinvolto ragazzi e ragazze con un’età compresa fra i 16 e i 17 anni, un gruppo di genitori con figli di età inferiore ai 10 anni e un gruppo di genitori con figli adolescenti. A ciascun gruppo sociale è stata presentata una storia fluida di disagio, interpretabile, cioè, in termini di rischio o come espressione di un normale processo di crescita, che terminava con una richiesta di aiuto rivolta, alternativamente, a un amico, a un familiare, a uno psicologo, o a nessuno. La nostra ipotesi è che la percezione del disagio e le rappresentazioni legate alla richiesta di aiuto cambino fra adulti e adolescenti. I dati hanno messo in luce diverse interpretazioni della storia non solo fra adulti e ragazzi, ma nel gruppo di adolescenti, anche rispetto al genere.

    Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (400) Bad Request.

Giovanna Leone, Oriana Schiavoni, Angela Ritiella, Tiziana Mastrovito, Chiedere aiuto in adolescenza. Un confronto tra le rappresentazioni sociali del disagio adolescenziale in gruppi di adolescenti e genitori in "PSICOLOGIA DELLA SALUTE" 3/2004, pp , DOI: