Concepire il campo gruppale. Ovvero del sentirsi esistere in una psicoterapia analitica di gruppo

Titolo Rivista: GRUPPI
Autori/Curatori: Corrado Pontalti, Luciano De Vecchis
Anno di pubblicazione: 2006 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 14 P. Dimensione file: 76 KB
DOI:
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Il problema cruciale di una psicoterapia analitica di gruppo consiste nella possibilità per il paziente di sentirsi esistere entro il campo gruppale stesso. Qualora nel paziente manchi o sia molto fragile la preconcezione di un campo gruppale abitato da estranei l’esperienza terapeutica risulta impossibile e si interrompe. Ciò è particolarmente frequente in alcuni Disturbi di Personalità. Nel presente lavoro viene affrontato il tema del Disturbo Schizoide di Personalità e come sia stato possibile, in un lungo lavoro psicoterapeutico individuale, molto centrato sui sogni e su incontri con i familiari, rendere possibile ad un giovane paziente l’inizio proficuo di una psicoterapia di gruppo.

    Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (400) Bad Request.

Corrado Pontalti, Luciano De Vecchis, Concepire il campo gruppale. Ovvero del sentirsi esistere in una psicoterapia analitica di gruppo in "GRUPPI" 2/2006, pp , DOI: