Clicca qui per scaricare

Valutazione Ambientale Strategica e governo del territorio. Questioni aperte e riflessioni a partire dal quadro normativo regionale
Titolo Rivista: SCIENZE REGIONALI  
Autori/Curatori: Carlo Rega 
Anno di pubblicazione:  2007 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  29 P. 69-97 Dimensione file:  97 KB

Dipartimento Interateneo e Territorio, Politecnico di Torino* (Paper first received, December 2006; in final form, March 2007) Abstract Il paper analizza il rapporto fra valutazione ambientale strategica (VAS) e governo del territorio nel contesto normativo italiano. Negli ultimi anni, diverse Regioni hanno introdotto forme di VAS nella propria legislazione; il prossimo recepimento a livello nazionale della Direttiva 2001/42/CE dovrà definirne le modalità di inserimento all’interno delle procedure esistenti di formazione dei piani. Appare importante quindi esaminare il substrato normativo sul quale si innesterà la nuova legge nazionale, dal momento che sarà a livello regionale dove in concreto si darà piena implementazione allo strumento valutativo. L’articolo presenta una rassegna sistematica e aggiornata dell’attuale legislazione regionale in materia di VAS, focalizzando in particolare l’analisi sul tema dell’integrazione fra valutazione e pianificazione. A partire dagli apporti teorici sviluppati nel dibattito internazionale, sono individuati due distinti approcci normativi che possono determinare esiti diversi dell’implementazione della VAS. Vantaggi e aspetti critici in relazione a ciascuno di essi sono messi in luce e confrontati. La questione è trattata nella prospettiva delineata dalle nuove leggi di governo del territorio che configurano più complesse relazioni fra enti e soggetti ed è discusso il ruolo che la VAS può ricoprire in questo contesto, evidenziando rischi e opportunità.


Carlo Rega, in "SCIENZE REGIONALI " 3/2007, pp. 69-97, DOI:

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche