Clicca qui per scaricare

Obbligatorietà dell'azione penale, slogans e luoghi comuni
Titolo Rivista: QUESTIONE GIUSTIZIA  
Autori/Curatori:  Giovanni Diotallevi 
Anno di pubblicazione:  2009 Fascicolo: 3  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  14 P. 23-36 Dimensione file:  80 KB
DOI:  10.3280/QG2009-003003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Obbligatorietà dell'azione penale, slogans e luoghi comuni - Il nostro ordinamento giuridico è caratterizzato da una costituzione rigida. La legge ordinaria, dunque, non può modificare la Costituzione né introdurre deroghe o eccezioni alla Carta costituzionale. Tra i princìpi fondamentali del Titolo IV della Costituzione, all’art. 112, vi è il principio dell’obbligatorietà dell’azione penale. L’azione penale deve essere esercitata dal pubblico ministero ogni volta che egli viene a conoscenza di una notitia criminis e il carattere di obbligatorietà dell’azione penale rappresenta per i cittadini una fondamentale garanzia di uguaglianza di fronte alla legge. Eppure il principio viene ciclicamente contestato da più parti, soprattutto in questi ultimi anni, complici anche le gravi carenze organizzative dell’amministrazione della giustizia.




  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Giovanni Diotallevi, in "QUESTIONE GIUSTIZIA " 3/2009, pp. 23-36, DOI:10.3280/QG2009-003003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche