Obiettivo: Tre anni presso la corte internazionalizzata di Timor Est

Titolo Rivista: QUESTIONE GIUSTIZIA
Autori/Curatori: Francesco Florit
Anno di pubblicazione: 2009 Fascicolo: 3 Lingua: Italiano
Numero pagine: 8 P. 80-87 Dimensione file: 60 KB
DOI: 10.3280/QG2009-003007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

<em>Obiettivo: Tre anni presso la corte internazionalizzata di Timor Est</em> - La storia della corte internazionalizzata che ha operato a Timor Est si radica nello sviluppo della democrazia in quel Paese. La presenza di giudici provenienti da Paesi diversi ha favorito la crescita di una giurisdizione locale sufficientemente attrezzata, anche se segnata da difficoltà e contraddizioni. L’apporto della cultura giuridica e dell’esperienza italiane ha rappresentato un fattore positivo e, nello stesso tempo, l’esperienza è stata per noi occasione di una riflessione che meriterebbe di essere meglio conosciuta e valorizzata all’interno del sistema giudiziario del nostro Paese1.

Francesco Florit, Obiettivo: Tre anni presso la corte internazionalizzata di Timor Est in "QUESTIONE GIUSTIZIA " 3/2009, pp 80-87, DOI: 10.3280/QG2009-003007