Clicca qui per scaricare

Distretti industriali: aree di concentrazione di PMI specializzate
Titolo Rivista: RIVISTA DI ECONOMIA E STATISTICA DEL TERRITORIO 
Autori/Curatori: Corrado C. Abbate, Augusto Merlini 
Anno di pubblicazione:  2010 Fascicolo: 1  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  70 P. 34-103 Dimensione file:  706 KB
DOI:  10.3280/REST2010-001003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La struttura produttiva italiana, caratterizzata prevalentemente da piccole e medie imprese (PMI), è considerata come un fattore limitante della capacità di crescita economica, in considerazione delle limitate possibilità di effettuare investimenti, e quindi di fare progressi nel campo della ricerca e dell’innovazione. Le piccole e medie imprese vantano però un loro punto di forza ove esse siano organizzate in distretti industriali, molti dei quali sono noti come distretti del "made in Italy". Riprendendo le definizioni teoriche di distretto industriale, introdotte da Marshall e da Becattini e gli studi che hanno affrontato il problema dell’identificazione statistica dei distretti industriali1, in questo lavoro, dopo un’analisi critica delle metodologie attualmente applicate, si propone una metodologia alternativa. Essa intende ricercare un legame più stringente tra i concetti teorici utilizzati dagli economisti - come per esempio quelli di comunità di persone, di concentrazione e di specializzazione - e i concetti statistici che li possono meglio rappresentare.


Jel Code: L11, L22



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Corrado C. Abbate, Augusto Merlini, in "RIVISTA DI ECONOMIA E STATISTICA DEL TERRITORIO" 1/2010, pp. 34-103, DOI:10.3280/REST2010-001003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche