Clicca qui per scaricare

Ricordare la violenza. Il contributo di Francesca Cappelletto agli studi sulle memorie di guerra
Titolo Rivista: DiPAV - QUADERNI 
Autori/Curatori: Fabio Dei 
Anno di pubblicazione:  2009 Fascicolo: 26 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  12 P. 29-40 Dimensione file:  664 KB
DOI:  10.3280/DIPA2009-026003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Nel lavoro antropologico di Francesca Cappelletto, un ruolo centrale ha svolto la ricerca sulla memoria delle stragi di civili compiute dalle truppe nazifasciste nella Toscana del 1944. In particolare, Francesca ha condotto una ricerca etnografica su due paesi colpiti da gravissimi eccidi, Civitella Val di Chiana e Sant’Anna di Stazzema. Questo articolo discute brevemente quattro aspetti fra i più significativi ed originali degli studi di Francesca: a) il rilievo dato al ruolo della "comunità mnemonica" come soggetto delle pratiche pubbliche del ricordo; b) la critica alla nozione di "memoria collettiva" e l’accento posto sul conflitto come elemento strutturante della memoria; c) il ruolo complementare delle narrazioni e delle immagini nella trasmissione generazionale della memoria; d) i problemi cognitivi ed etici che caratterizzano il rapporto tra ricercatore e narratori nello studio della memoria traumatica.




  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Fabio Dei, in "DiPAV - QUADERNI" 26/2009, pp. 29-40, DOI:10.3280/DIPA2009-026003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche