Regressione e costruzione del trauma nel processo analitico

Titolo Rivista: PSICOANALISI
Autori/Curatori: Amedeo Stella
Anno di pubblicazione: 2010 Fascicolo: 1 Lingua: English
Numero pagine: 26 P. 83-108 Dimensione file: 587 KB
DOI: 10.3280/PSI2010-001005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Il lavoro vuole essere un tentativo di riconcettualizzare le nozioni di regressione e trauma alla luce del concetto di costruzione del trauma. Attraverso l’esame di un caso clinico si cerca di mostrare il processo di incontro tra gli inconsci del paziente e dell’analista e la costituzione del campo intersoggettivo. L’analisi del controtransfert e dei processi inerenti al campo intersoggettivo, unitamente all’atteggiamento facilitante dell’analista, contribuiscono a promuovere la regressione intesa come canale privilegiato per raggiungere il livello prementale e avvicinare lo stato in cui si è prodotta la situazione di shock che costituisce il precursore del trauma. L’autore ipotizza che quest’ultimo, inteso come l’espressione di un processo secondario, appartenga al genere delle Nachträglichkeit e sia il risultato di una costruzione psicoanalitica analoga ai processi transizionali e fondata sulla funzione dell’area intermedia.

Amedeo Stella, Regressione e costruzione del trauma nel processo analitico in "PSICOANALISI" 1/2010, pp 83-108, DOI: 10.3280/PSI2010-001005