Quale individuo oltre l’individualismo?

Titolo Rivista: SOCIETÀ DEGLI INDIVIDUI (LA)
Autori/Curatori: Fanco Crespi
Anno di pubblicazione: 2011 Fascicolo: 40 Lingua: Italiano
Numero pagine: 14 P. Dimensione file: 375 KB
DOI: 10.3280/LAS2011-001010
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Il concetto di individuo ha conosciuto nella nostra epoca una profonda trasformazione, che ha segnato la fine del soggetto quale centro trasparente di razionalità, autocostituito prima di ogni relazione. Oggi vengono soprattutto sottolineati la vulnerabilità dell’individuo, i limiti del suo sapere e del suo potere di controllo riguardo a se stesso e al mondo. L’attenzione al carattere inconciliabile della situazione esistenziale, la dimensione costitutiva della relazione intersoggettiva, la dinamica del riconoscimento reciproco configurano una soggettività che, nel momento stesso in cui rivendica la sua irriducibile singolarità, è anche profondamente consapevole della sua socialità, evitando così le opposte derive del comunitarismo repressivo e dell’individualismo illimitato.

Fanco Crespi, Quale individuo oltre l’individualismo? in "SOCIETÀ DEGLI INDIVIDUI (LA)" 40/2011, pp , DOI: 10.3280/LAS2011-001010