Opinione dissenziente, interpretazione costituzionale e costituzionalismo popolare

Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DEL DIRITTO
Autori/Curatori: Lucia Corso
Anno di pubblicazione: 2011 Fascicolo: 1 Lingua: Italiano
Numero pagine: 29 P. 27-55 Dimensione file: 273 KB
DOI: 10.3280/SD2011-001002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’opinione dissenziente è il meccanismo attraverso cui i giudici che dissentono dalle conclusioni raggiunte dalla maggioranza fanno sentire la propria voce. Il saggio ricostruisce le ragioni di questo istituto con riferimento alla giustizia costituzionale americana ed avanza la tesi che la presenza dell’opinione dissenziente modifica la giurisprudenza costituzionale non solo nei contenuti, ma anche nello stile ed innesca una discussione virtuale fra giudici e cittadini coinvolgendo questi ultimi nei dibattiti sui diritti fondamentali. Contro lo scetticismo di alcuni neocostituzionalisti italiani, viene prospettata la tesi che il <i>dissent</i> possa migliorare la qualità democratica di un sistema giuridico.

Lucia Corso, Opinione dissenziente, interpretazione costituzionale e costituzionalismo popolare in "SOCIOLOGIA DEL DIRITTO " 1/2011, pp 27-55, DOI: 10.3280/SD2011-001002