Clicca qui per scaricare

Il recepimento delle direttiva sul distacco transnazionale in Italia: l’impatto del caso Laval
Titolo Rivista: GIORNALE DI DIRITTO DEL LAVORO E DI RELAZIONI INDUSTRIALI  
Autori/Curatori:  Giovanni Orlandini 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: 131  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  14 P. 405-418 Dimensione file:  338 KB
DOI:  10.3280/GDL2011-131004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’Autore analizza il potenziale impatto che la sentenza Laval può avere sulla disciplina che regola il distacco transnazionale nell’ordinamento italiano (dettata dal d.lgs. 72/2000, che recepisce la direttiva 96/71/CE). Il confronto con la normativa svedese, riformata per adeguarsi ai dicta della Corte, evidenzia come la differenza tra i due sistemi di implementazione della direttiva sia più apparente che reale. Anche in Italia, infatti, spetta in ultima analisi all’azione sindacale ed all’esercizio dell’autonomia collettiva garantire l’applicazione del contratto collettivo alle imprese straniere. Ciò che caratterizza maggiormente il sistema italiano è piuttosto l’alto grado di ineffettività dei diritti dei lavoratori distaccati, dovuto sia alla debolezza dell’azione sindacale che (soprattutto) alle lacune del sistema ispettivo.


Keywords: Mercato interno; Distacco transnazionale; Contratto collettivo; Azione sindacale

Giovanni Orlandini, in "GIORNALE DI DIRITTO DEL LAVORO E DI RELAZIONI INDUSTRIALI " 131/2011, pp. 405-418, DOI:10.3280/GDL2011-131004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche