Clicca qui per scaricare

La bellezza della natura in un clima che cambia
Titolo Rivista: RIVISTA DI STUDI SULLA SOSTENIBILITA' 
Autori/Curatori: Serena Ciccarelli 
Anno di pubblicazione:  2011 Fascicolo: 2 Cambiamenti climatici e sostenibilità dello sviluppo umano Lingua: Italiano 
Numero pagine:  25 P. 79-103 Dimensione file:  681 KB
DOI:  10.3280/RISS2011-002006
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il cambiamento climatico è anche una sfida alla protezione dei valori estetici che attribuiamo ai patrimoni naturali dell’umanità. In questo articolo si indaga l’evoluzione recente del concetto di estetica ambientale e il suo legame con l’etica ambientale. La tesi che si sostiene è che ci troviamo di fronte ad un bivio. Se affermiamo l’esistenza di patrimoni naturali dell’umanità basati su un’idea di natura come entità separata e separabile dall’uomo, i criteri estetici si indeboliscono e finiscono per combaciare con una visione ecologica e fisica dell’ambiente. Due le conseguenze: difendere la bellezza della natura diventa un imperativo etico; ci scontriamo con la difficoltà di riuscire a trovare oggi, anche di fronte ai cambiamenti ambientali in atto, qualcosa che si possa definire solo natura. L’alternativa è parlare di patrimoni culturali riconoscendo il ruolo fondamentale delle proiezioni culturali nella percezione che abbiamo della natura. Ne deriva la possibilità per l’estetica di tornare ad avere un ruolo importante nella scelta di quali paesaggi, e non più quale natura, siano belli.


Keywords: Patrimoni dell’umanità, cambiamento climatico, bellezza, artefatti, estetica ambientale, incontaminatezza, paesaggi



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Serena Ciccarelli, in "RIVISTA DI STUDI SULLA SOSTENIBILITA'" 2/2011, pp. 79-103, DOI:10.3280/RISS2011-002006

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche