I modelli economico-sociali europeo e statunitense: dalla diversità alla convergenza

Titolo Rivista: CITTADINANZA EUROPEA (LA)
Autori/Curatori: Dario Velo
Anno di pubblicazione: 2011 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 22 P. 17-38 Dimensione file: 111 KB
DOI: 10.3280/CEU2011-002002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

I modelli economico-sociale europeo e statunitense sono stati interpretati tradizionalmente come alternativi, il primo fondato sul solidarismo ed il secondo sull'individualismo. Il confronto fra l'economia sociale di mercato delineata per primo da Rathenau e il New Deal di Roosevelt consente di cogliere una profonda convergenza fra i due sistemi. La crisi della globalizzazione liberista ha posto in luce la necessità di ristabilire un equilibrio fra pubblico e privato e ha rilanciato il dibattito su nuove forme di neoliberalismo. Negli Stati Uniti il New Deal è oggi rivisitato come l'ultima grande riforma da proseguire e rinnovare. In Europa il trattato di Lisbona ha riconosciuto l'economia sociale di mercato come il modello economico-sociale europeo.

Dario Velo, I modelli economico-sociali europeo e statunitense: dalla diversità alla convergenza in "CITTADINANZA EUROPEA (LA)" 2/2011, pp 17-38, DOI: 10.3280/CEU2011-002002