Maneggiare l'acciaio: una revisione delle metafore chirurgiche in psicoanalisi

Titolo Rivista: PSICOANALISI
Autori/Curatori: Ivey Gavin
Anno di pubblicazione: 2011 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 24 P. 5-28 Dimensione file: 328 KB
DOI: 10.3280/PSI2011-002001
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Tra le metafore che Freud ha usato per descrivere la psicoanalisi, quella chirurgica è probabilmente la più deplorata perché considerata anacronistico relitto di una dubbia ideologia medica che la psicoanalisi ha da tempo rinnegato. Eppure, sebbene gli analisti di oggi evitino le analogie con la medicina, i pazienti continuano a produrre fantasie chirurgiche sulla terapia analitica e questo solo fatto richiederebbe un’attenta valutazione. La metafora chirurgica merita di essere riconsiderata, dal punto di vista dell’analista, anche per il ruolo creativo con cui Bion l’ha adoperata. Incurante del rifiuto dell’analogia con la chirurgia, Bion ha usato queste metafore per raffigurare in maniera vivida vari aspetti della situazione analitica e dell’esperienza vissuta dal paziente. Dopo una breve rassegna storica sulla metafora chirurgica in psicoanalisi, l’autore analizza le ragioni del suo rifiuto e delle critiche che continua a suscitare. Poi indaga l’uso che Bion ne ha fatto negli ultimi anni della sua vita e, infine, fornisce una serie di esempi di come i pazienti le usino spontaneamente per raffigurare il transfert e il processo analitico. Per quanto gli analisti non dovrebbero adottare deliberatamente le metafore chirurgiche, è importante essere aperti a queste raffigurazioni del transfert.

Ivey Gavin, Maneggiare l'acciaio: una revisione delle metafore chirurgiche in psicoanalisi in "PSICOANALISI" 2/2011, pp 5-28, DOI: 10.3280/PSI2011-002001