"Hard enclosure" and "soft enclosure" in the gated communities: some theoretical perspectives and empirical evidence in China

Titolo Rivista: SOCIOLOGIA URBANA E RURALE
Autori/Curatori: Guillaume Giroir
Anno di pubblicazione: 2012 Fascicolo: 98 Lingua: Italiano
Numero pagine: 24 P. 101-124 Dimensione file: 188 KB
DOI: 10.3280/SUR2012-098008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Ad oggi nessuna ricerca ha mostrato davvero attenzione alla forma di recinzione fisica delle gated communities stesse, alla sua complessità e al suo possibile significato extraarchitettonico. Anche la questione di una possibile differenziazione delle forme di recinzione nelle gated communities a seconda dei Paesi o delle aree culturali non è ancora stata affrontata. Per contribuire a riempire questo vuoto, il paper ha l’obbiettivo di studiare il tipo di recinzione delle gated communities in Cina, attraverso un lavoro empirico svolto sul campo in varie città (Pechino, Shanghai). Questo contributo mostra che il tipo di recinzione delle gated communities cinesi è caratteristico; esso sembra più "soft" che "hard", a differenza di Paesi come gli Stati Uniti o il Sud Africa.

Guillaume Giroir, "Hard enclosure" and "soft enclosure" in the gated communities: some theoretical perspectives and empirical evidence in China in "SOCIOLOGIA URBANA E RURALE" 98/2012, pp 101-124, DOI: 10.3280/SUR2012-098008