Graphic journalism: il fumetto come racconto del mondo

Titolo Rivista: HISTORIA MAGISTRA
Autori/Curatori: Vito Santoro
Anno di pubblicazione: 2012 Fascicolo: 9 Lingua: Italiano
Numero pagine: 9 P. 118-126 Dimensione file: 116 KB
DOI: 10.3280/HM2012-009011
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

The graphic journalism is a form of journalism that takes advantage of the potential of narrative and visual power of comics. More than a theory, a trend or a school, it is a practice adopted by the authors. The graphic reporter is always ready to gather as much evidence as possible on the object of his search. This is what happens in the work of Joe Sacco, Aleksandar Zograf and Igort: their graphic novels describe unknown places, situations and areas. In Italy the publisher BeccoGiallo has created a particular kind of comics, called civil comic. BeccoGiallo’s graphic novels talk about true crime stories, biographies and reportage about the world of migrants.

Vito Santoro, Graphic journalism: il fumetto come racconto del mondo in "HISTORIA MAGISTRA" 9/2012, pp 118-126, DOI: 10.3280/HM2012-009011