Il tempo del lutto. Ritmi e trame della psiche

Titolo Rivista: STUDI JUNGHIANI
Autori/Curatori: Fulvia De Benedittis
Anno di pubblicazione: 2012 Fascicolo: 35-36 Lingua: Italiano
Numero pagine: 22 P. 21-42 Dimensione file: 344 KB
DOI: 10.3280/JUN2012-035002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Tre diversi movimenti compongono il tempo del lutto: la perdita, la colpa, il perdono. Ciascuno di questi immette nel tempo vissuto dal soggetto uno specifico ritmo e andamento. La morte è figurata come il tradimento per eccellenza ed il lavoro del lutto come un confronto radicale con questo tradimento. Il compiersi del lutto compone la tessitura di una nuova trama relazionale con l’oggetto perduto, quella tela di Penelope, opera del lavoro del lutto e del lavoro della memoria.

Fulvia De Benedittis, Il tempo del lutto. Ritmi e trame della psiche in "STUDI JUNGHIANI" 35-36/2012, pp 21-42, DOI: 10.3280/JUN2012-035002