Clicca qui per scaricare

La rilevanza dell’opera di W. R. D. Fairbairn per la metapsicologia e la psicoterapia contemporanee
Titolo Rivista: RICERCA PSICOANALITICA 
Autori/Curatori: Fulvio Frati 
Anno di pubblicazione:  2013 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  21 P. 105-125 Dimensione file:  231 KB
DOI:  10.3280/RPR2013-002007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Lo psicoanalista scozzese W.R.D. Fairbairn (1889-1964) appare, a chiunque si accosti oggi alla sua opera, come un significativo precursore di alcune tra le principali tendenze teoriche e cliniche della psicoanalisi e della psicoterapia più recenti. In questo articolo, l’autore cerca innanzitutto di evidenziare il complessivo modello metapsicologico del funzionamento della mente messo a punto da questo studioso, per illustrare in particolar modo i principali contributi teorici che caratterizzano l’originale teoria delle relazioni oggettuali a lui attribuibile. Vengono infine proposte alcune riflessioni sul cambio di paradigma scientifico avvenuto nei primi trent’anni del XX secolo col passaggio dalla fisica atomistica a quella quantistica, a cui Fairbairn si è esplicitamente riferito nella propria teorizzazione e che riveste ancor oggi, anche relativamente agli ambiti della psicologia generale, della psicopatologia e della psicoterapia, una particolare attualità.


Keywords: Fairbairn, metapsicologia, oggetto, psicoterapia, relazione

  1. Abraham K. (1924). Trad. it.: Tentativo di una storia evolutiva della libido sulla base della psicoanalisi dei disturbi psichici. Opere di Karl Abraham, Vol. 1. Torino: Boringhieri, 1975
  2. Aparo A., Casonato M., Vigorelli M. (1999). Modelli genetico-evolutivi in psicoanalisi. Bologna: il Mulino.
  3. Bassi F., a cura di (1993). Biologia dell’amore e dell’interesse. Psicoterapia e Scienze Umane, 27: 111-123.
  4. Bleger J. (1967). Trad. it.: Simbiosi e ambiguità. Roma: Armando, 2010
  5. Bowlby J. (1969). Trad. it.: Attaccamento e perdita. Torino: Boringhieri, 1975.
  6. Bowlby J. (1977). Trad. it.: Costruzione e rottura dei legami affettivi. Milano: Raffaello Cortina Editore, 1982.
  7. Bowlby J. (1988). Trad. it.: Una base sicura. Milano: Raffaello Cortina Editore, 1989.
  8. Casonato M., a cura di (1992). Psicologia dinamica. Torino: Bollati Boringhieri.
  9. Fairbairn W.R.D. (1940). Schizoid Factors in the Personality. Trad. it.: Fattori schizoidi nella personalità. In: Studi psicoanalitici sulla Personalità, cit., pp. 25-51.
  10. Fairbairn W.R.D. (1941). A Revised Psichopathology of the Psychoses and Psychoneuroses. Trad. it.: Riesame della Psicopatologia delle psicosi e delle psiconevrosi. In: Studi psicoanalitici sulla personalità, cit., pp. 52-84.
  11. Fairbairn W.R.D. (1943). The Repression and the Return of Bad Objects (with Special Reference to the ‘War Neuroses’). Trad. it.: La rimozione e il ritorno degli oggetti cattivi. In: Studi psicoanalitici sulla Personalità, cit., pp. 85-109.
  12. Fairbairn W.R.D. (1944). Endopsychic Structure considered in Terms of Object Relationships. Trad. it.: La struttura endopsichica considerata in termini di relazioni oggettuali. In: Studi psicoanalitici sulla Personalità, cit., pp. 110-168.
  13. Fairbairn W.R.D. (1946). Object-Relationships and Dynamic Structure. Trad. it.: Relazioni oggettuali e struttura dinamica. In: Studi psicoanalitici sulla Personalità, cit., pp. 169- 184
  14. Fairbairn W.R.D. (1949). Steps in the Development of an Object. Relations Theory of the Personality. Trad. it.: Lo sviluppo d’una teoria delle relazioni oggettuali applicata alla personalità. In: Studi psicoanalitici sulla Personalità, cit., pp. 185-195.
  15. Fairbairn W.R.D. (1951). A Synopsis of the Development of the Author’s Views Regarding the Structure of the Personality. Trad. it.: Visione generale dell’evoluzione delle concezioni dell’autore sulla struttura della personalità. In: Studi psicoanalitici sulla Personalità, cit., pp. 196-214.
  16. Fairbairn W.R.D. (1952). Psychoanalytic Studies of the Personality. London: Tavistock Publications. Trad. it.: Studi psicoanalitici sulla personalità. Torino: Boringhieri, 1970
  17. Freud A. (1936). Trad. it.: L’Io e i meccanismi di difesa. Firenze: Martinelli, 1967
  18. Freud S., Breuer J. (1892-1895). Trad. it.: Studi sull’isteria. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 1. Torino: Boringhieri, 1976
  19. Freud S. (1894). Trad. it.: Le neuropsicosi da difesa. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 2. Torino: Boringhieri, 1976.
  20. Freud S. (1895). Trad. it.: Progetto di una Psicologia. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 2. Torino: Boringhieri, 1976.
  21. Freud S. (1899 [1900]). Trad. it.: L’interpretazione dei sogni. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 3. Torino: Boringhieri, 1966
  22. Freud S. (1905). Trad. it.: Tre saggi sulla teoria sessuale. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 4. Torino: Boringhieri, 1970
  23. Freud S. (1906). Trad. it.: Le mie opinioni sul ruolo della sessualità nell’etiologia delle nevrosi. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 5:. Torino: Boringhieri, 1976
  24. Freud S. (1907). Trad. it.: Azioni ossessive e pratiche religiose. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 5. Torino: Boringhieri, 1976
  25. Freud S. (1908a). Trad. it.: Carattere ed erotismo anale. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 5. Torino: Boringhieri, 1976
  26. Freud S. (1908b). Trad. it.: Analisi della fobia di un bambino di cinque anni (Caso clinico del piccolo Hans). In: Opere di Sigmund Freud, vol. 5. Torino: Boringhieri, 1976.
  27. Freud S. (1909). Trad. it.: Cinque conferenze sulla psicoanalisi. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 6. Torino: Boringhieri, 1974
  28. Freud S. (1912). Trad. it.: Dinamica della traslazione. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 6. Torino: Boringhieri, 1975.
  29. Freud S. (1912-1913). Trad. it.: Totem e tabù. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 7. Torino: Boringhieri, 1975
  30. Freud S. (1914). Trad. it.: Introduzione al narcisismo. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 7: 413-472. Torino: Boringhieri, 1975
  31. Freud S. (1915a). Trad. it.: Pulsioni e loro destini. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 8: 13- 35. Torino: Boringhieri, 1976
  32. Freud S. (1915b). Trad. it.: La Rimozione. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 8: 36-48. Torino: Boringhieri, 1976
  33. Freud S. (1915c). Trad. it.: L’inconscio. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 8: 49-88. Torino: Boringhieri, 1976.
  34. Freud S. (1915d). Trad. it.: Considerazioni attuali sulla guerra e sulla morte. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 8: 119-148. Torino: Boringhieri, 1976
  35. Freud S. (1915-17). Trad. it.: Introduzione alla psicoanalisi. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 8: 191-613. Torino: Boringhieri, 1976.
  36. Freud S. (1917a). Trad. it.: Supplemento metapsicologico alla teoria del sogno. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 8: 89-101. Torino: Boringhieri, 1976.
  37. Freud S. (1917b). Trad. it.: Lutto e melanconia. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 8: 102- 118. Torino: Boringhieri, 1976
  38. Freud S. (1920). Trad. it.: Al di là del principio di piacere. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 9: 187-249. Torino: Boringhieri, 1976
  39. Freud S. (1922). Trad. it.: L’Io e l’Es. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 9: 469-520. Torino: Boringhieri, 1976
  40. Freud S. (1926). Trad. it.: Inibizione, sintomo e angoscia. In: Opere di Sigmund Freud, vol. 10: 231-317. Torino: Boringhieri, 1979
  41. Freud S. (1932). Trad. it.: Introduzione alla psicoanalisi (nuova serie di lezioni). In: Opere di Sigmund Freud, vol. 11: 115-284. Torino: Boringhieri, 1979
  42. Galimberti U. (1992). Dizionario di Psicologia. Novara: Istituto Geografico De Agostini S.p.A., 2006
  43. Gamow G. (1966). Trad. it.: Trent’anni che sconvolsero la fisica. La storia della Teoria dei Quanti. Bologna: Zanichelli
  44. Gill M.M. (1963). Topography and Systems in Psychoanalytic Theory. New York: Int. Univ. Press. Trad. it.: Il modello topico nella teoria psicoanalitica. Torino: Boringhieri, 1979
  45. Gill M.M., Holzman P.S., editors (1976). Psychology versus Metapsychology: Essays in Memory of George S. Klein. New York: Int. Univ. Press
  46. Greenberg J. R., Mitchell S. A., (1983). Trad. it.: Le relazioni oggettuali nella teoria psicoanalitica. Bologna: il Mulino, 1986.
  47. Guntrip H. (1961). Trad. it.: Struttura della personalità e interazione umana. Torino: Boringhieri, 1971.
  48. Klein M. (1932). Trad. it.: La psicoanalisi dei bambini. Firenze: Martinelli, 1970.
  49. Klein M. (1940). Trad. it.: Il lutto e la sua connessione con gli stati maniaco-depressivi. In Scritti: 1921-1958. Torino: Bollati Boringhieri, 1978
  50. Klein M. (1946). Trad. it.: Note su alcuni meccanismi schizoidi. In Scritti: 1921-1958. Torino: Bollati Boringhieri, 1978
  51. Klein M. (1957). Trad. it.: Invidia e gratitudine. Firenze: Martinelli, 1985.
  52. Klein M. (1958). Trad. it.: Scritti: 1921-1958. Torino: Bollati Boringhieri, 1978
  53. Klein M. e Riviere J. (1964). Trad. it.: Amore, odio e riparazione. Roma: Astrolabio, 1969
  54. Laplanche, J., Pontalis, J.B. (1967). Trad. it.: Enciclopedia della Psicanalisi. Bari: Laterza, 1989
  55. Lis A., Stella S., Zavattini G.C. (1999). Manuale di psicologia dinamica. Bologna: il Mulino.
  56. Matte Blanco I. (1975). Trad. it.: L’inconscio come sistemi infiniti. Torino: Einaudi, 1981
  57. Pelanda E. (1996). Modelli di sviluppo in psicoanalisi. Milano: R. Cortina
  58. Segal H. (1964). Trad. it.: Introduzione all’opera di Melanie Klein. Firenze: Martinelli, 1975
  59. Stern D.N. (1985). Trad. it.: Il mondo relazionale del bambino. Torino: Bollati Boringhieri, 1987
  60. Stern D.N., Sander L., & Nahum J., Harrison A.M., Lyons-Ruth K., Morgan A.C., Bruschweilerstern N. and Tronick E.Z. (1998). Non-interpretative mechanisms in psychoanalytic therapy: the “something more” than interpretation. International Journal of Psychoanalysis: 79: 903-921, 1998
  61. Stern D.N. (2002). Why Do People Change in Psychotherapy? Continuing Education Seminar. ceseminars@aol.com
  62. Stern D.N. (2004). Trad. it.: Il momento presente. Milano: Raffaello Cortina Editore, 2003
  63. Suttie I.D. (1935). The Origins of Love and Hate. London: Free Association Books, 1988. Trad. it.: Le origini dell’amore e dell’odio. Torino: Centro Scientifico Editore, 2007
  64. United Nations (1948). Universal Declaration of Human Rights. http://www.un.org/en/documents/udhr.
  65. Winnicott D. W. (1945). Trad. it.: Lo sviluppo emozionale primario. In: Winnicott D. W., (1958). Dalla pediatria alla psicoanalisi. Firenze: Martinelli, 1975
  66. Winnicott D.W. (1951). Transitional objects and transitional phenomena. Int. J. Psychoanal., 1953, 34: 89. Anche in: Collected Papers. Through Pediatrics to Psychoanalysis. New York: Basic Books, 1958, pp. 229-242. Trad. it.: Oggetti transizionali e fenomeni transizionali. In: Dalla pediatria alla psicoanalisi. Scritti scelti. Firenze: Martinelli, 1975, cap. XVIII: 275-290.
  67. Winnicott D. W. (1957). Trad. it.: La capacità di essere solo. In: Winnicott D. W. (1965). Sviluppo affettivo e ambiente. Studi sulla teoria dello sviluppo affettivo. Roma: A. Armando, 1974.
  68. Winnicott D. W. (1958). Trad. it.: Dalla pediatria alla psicoanalisi. Firenze: Martinelli, 1975
  69. Winnicott D. W. (1960). Ego distortions in terms of true or false Self. In: The Maturational Process and the Facilitating Environment (1957-1963). New York: International Universities Press, 1965. Trad. it.: Alterazioni dell’Io come vero e falso Sé. In: Sviluppo affettivo e ambiente. Roma: Armando, 1970
  70. Winnicott D. W. (1961). Trad. it.: La teoria del rapporto infante-genitore. In: Winnicott, D. W. (1965). Sviluppo affettivo e ambiente. Studi sulla teoria dello sviluppo affettivo. Roma: A. Armando, 1965
  71. Winnicott D. W. (1962). The theory of the power infant relationship: further remarks. International Journal of Psychoanalysis, 43:238-245
  72. Winnicott D. W. (1965). Sviluppo affettivo e ambiente. Studi sulla teoria dello sviluppo affettivo. Roma: A. Armando, 1965
  73. Winnicott D. W. (1971). Trad. it.: Gioco e realtà. Roma: A. Armando, 1974.

Fulvio Frati, in "RICERCA PSICOANALITICA" 2/2013, pp. 105-125, DOI:10.3280/RPR2013-002007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche