Clicca qui per scaricare

Giustizia "rivoluzionaria" Il processo a Walter Audisio e Livio Pivano
Titolo Rivista: ITALIA CONTEMPORANEA 
Autori/Curatori: Donato D'Urso 
Anno di pubblicazione:  2012 Fascicolo: 268-269 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  17 P. 573-589 Dimensione file:  238 KB
DOI:  10.3280/IC2012-268012
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Nella Repubblica sociale italiana (Rsi) furono costituiti Tribunali provinciali straordinari col compito di giudicare i fascisti che avevano tradito il giuramento di fedeltà all’idea e coloro che, dopo il 25 luglio 1943, avevano denigrato il regime o compiuto violenze contro persone e cose del fascismo. I processi furono voluti innanzitutto dal segretario del Partito fascista repubblicano (Pfr) Alessandro Pavolini ma non diedero risultati soddisfacenti, sia per l’impreparazione dei giudici, sia per la modestia degli imputati, quasi sempre figure secondarie. Il Tribunale di Alessandria nel marzo 1944 processò cinque antifascisti, tra cui il comunista Walter Audisio e Livio Pivano del Partito d’azione, ma li prosciolse. Gli imputati detenuti furono scarcerati e si resero irreperibili.


Keywords: Repubblica sociale italiana, Alessandria, Tribunale provinciale straordinario, antifascismo, Walter Audisio, Livio Pivano

Donato D'Urso, in "ITALIA CONTEMPORANEA" 268-269/2012, pp. 573-589, DOI:10.3280/IC2012-268012

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche