Agricoltura ed energia nel d.lgs. n. 28/2011

Titolo Rivista: AGRICOLTURA ISTITUZIONI MERCATI
Autori/Curatori: Pamela Lattanzi
Anno di pubblicazione: 2012 Fascicolo: 1 Lingua: Italiano
Numero pagine: 26 P. 29-54 Dimensione file: 338 KB
DOI: 10.3280/AIM2012-001003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Il d.lgs. n. 28/2011 interviene nel complesso quadro normativo di riferimento per le energie rinnovabili con l’esplicito intento di porre le basi per il raggiungimento degli obiettivi fissati dalla dir. 2009/28/CE in materia di quota complessiva di energia da fonti rinnovabili sul consumo finale lordo di energia e di quota di energia da fonti rinnovabili nei trasporti. Tra le novità introdotte dal d.lgs. n. 28/2011 alcune coinvolgono anche la biomassa agricola, sia per quanto riguarda le procedure autorizzative che i regimi di sostegno. Il d.lgs. n. 28/2011, nonostante si lasci apprezzare per una maggiore considerazione della biomassa agricola ed una maggiore attenzione alla energia termica rispetto al quadro previgente, presenta tuttavia non poche criticità capaci di pregiudicare lo sviluppo del comparto agroenergetico nazionale.

Pamela Lattanzi, Agricoltura ed energia nel d.lgs. n. 28/2011 in "AGRICOLTURA ISTITUZIONI MERCATI " 1/2012, pp 29-54, DOI: 10.3280/AIM2012-001003