Brevi riflessioni in tema di gestione della crisi dell’impresa agricola alla luce dei più recenti interventi legislativi

Titolo Rivista: AGRICOLTURA ISTITUZIONI MERCATI
Autori/Curatori: Filomena Prete
Anno di pubblicazione: 2012 Fascicolo: 2-3 Lingua: Italiano
Numero pagine: 15 P. 97-111 Dimensione file: 298 KB
DOI: 10.3280/AIM2012-002012
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Le brevi riflessioni dell’Autore in tema di gestione della crisi della moderna impresa agricola prendono spunto dai più recenti interventi normativi in materia: il co. 43 dell’art. 23 d. l. 6 luglio 2011, n. 98, convertito nella l. 15 luglio 2011, n. 111, con cui viene consentito agli imprenditori agricoli l’accesso alle procedure ex artt. 182 bis e 182 ter della legge fallimentare; la l. 27 gennaio 2012, n. 3, che prevede una speciale procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento, accessibile anche da parte dell’imprenditore agricolo e, da ultimo, il disegno di l. n. 5117 di modifica della l. n. 3/2012. La recente normativa si inserisce sulla scia del nuovo trend legislativo teso ad offrire, anche ai debitori esonerati dalle procedure concorsuali, strumenti di regolazione della crisi con forme più articolate del processo esecutivo individuale. Nel tentativo di formulare un primo bilancio prospettico, l’Autore esprime perplessità circa alcuni aspetti del nuovo procedimento tra cui la sua natura non concorsuale, l’alta percentuale di soddisfazione del credito richiesta e la mancanza di incentivazioni sia per il debitore sia per i creditori. Infine, l’Autore analizza il d.d.l. n. 5117 che, se approvato, modificherà la natura del procedimento ex l. n. 3/2012, trasformandolo in chiave concordataria, con l’innesto di una possibile fase liquidatoria e la previsione di un subprocedimento di esdebitazione.

Filomena Prete, Brevi riflessioni in tema di gestione della crisi dell’impresa agricola alla luce dei più recenti interventi legislativi in "AGRICOLTURA ISTITUZIONI MERCATI " 2-3/2012, pp 97-111, DOI: 10.3280/AIM2012-002012